Cerca
Sei in: Homepage / Drink / Fatti in casa / Nocillo di Campania
Ricetta Nocillo di Campania
Stampa questo contenuto

Nocillo di Campania

Difficoltà: difficoltà 1
Dosi: per 8 persone
Tempo: 20 minuti
Note aggiuntive: + tempi di infusione e riposo
La tradizione campana vuole che questo delizioso elisir venga preparato con le noci raccolte nella notte del 24 giugno, in occasione della festa di San Giovanni. In effetti, questo è il periodo migliore per avere a disposizione noci dal gusto intenso, non ancora mature e quindi ricche di oli essenziali. Tante sono le leggende che ruotano intorno a questo liquore, credenze e dicerie più o meno attendibili che ne fanno una bevanda misteriosa. Nessun mistero, tuttavia, sulle sue spiccate proprietà digestive.

Preparazione:
Lavate le noci con tutto il loro mallo verde e asciugatele accuratamente. Tagliatele quindi in quattro spicchi che trasferirete in una capiente boccia di vetro provvista di chiusura ermetica.
Versate quindi anche l’alcool, aggiungete la cannella e i chiodi di garofano. Chiudete il recipiente ermeticamente e lasciate in infusione per circa 40 giorni. Di tanto in tanto andate a controllare, agitando energicamente.
Trascorso questo tempo, filtrate il liquido in modo da eliminare ogni traccia solida.
Su fiamma dolce, fate sciogliere lo zucchero in circa 150 ml. di acqua. Non appena questo sciroppo sarà tiepido, mescolatelo all’alcool filtrato, fino a completa fusione. Quindi imbottigliate e lasciate riposare per almeno un mese. Il trentaduesimo giorno stappate e gustate il vostro nocillo napoletano!

Accorgimenti:
Per l’infusione, all’alcool puro potete sostituire la grappa.
Un consiglio per il bene delle vostre dita: usate dei guanti per tagliare le noci, perché il colore verde si attacca facilmente alla pelle, ma va via con difficoltà.
Per lo sciroppo di zucchero, attenti a non tenerlo eccessivamente sul fuoco, spegnete quando è ancora trasparente e filante, altrimenti diventerà caramello.

Idee e varianti:
Esistono diverse varianti, a seconda degli ingredienti che si aggiungono nell’infusione. Tra i possibili candidati potete trovare la china, la salvia, le scorze di limone o di arancia. Tuttavia, se volete l’autentico nocillo sorrentino vi serviranno 13 noci, 13 chicchi di caffè tostato, 3 chiodi di garofano, 3 gr. di cannella e 1 noce moscata. Il tutto ovviamente in infusione in 1 litro di alcool puro.

Commenti:

Inviato da Gustissimo.it il 23/10/2013 alle 15:56

@Gabriella: le noci devo essere obbligatoriamente verdi quando vengono impiegate per la realizzazione del Nocillo, altrimenti il risultato non sarà lo stesso.

Inviato da GABRIELLA POZZI il 13/10/2013 alle 12:58

si puó fare il nocillo anche con le noci mature ossia senza la buccia verde?
Grazie