Basilico

Ricette con Basilico
Senza Glutine
Senza Lattosio
Vegano
Vegetariano
Caratteristiche generali
Il basilico (Ocimum Basilicum) è una pianta aromatica che appartiene alla famiglia delle Labiate, di cui si utilizzano le foglie. Originaria dell'Asia tropicale, la pianta del basilico ha un'altezza variabile tra i 20 e i 60 cm. Durante la fine dell'estate compaiono i fiorellini bianchi, che vanno recisi per conservare l'aromaticità della pianta.
Le foglie, dall'odore inconfondibile, ricche di vitamine e sali minerali, sono molto apprezzate in cucina per insaporire diversi piatti. Inoltre hanno proprietà antinfiammatorie e digestive.
Stagione
Primavera - estate.
Tipi/Varietà
Esistono più di 40 varietà di basilico, tra cui citiamo:
• Basilico genovese: è la varietà più nota, a foglie larghe; ha un aroma inconfondibile ed è usato comunemente per la preparazione del pesto.
• Basilico napoletano: chiamato anche basilico a foglie di lattuga, ha le foglie dai margini frastagliati e un sapore simile quello genovese, ma leggermente mentolato.
• Basilico a piccole foglie: è una varietà dal retrogusto di limone.
• Basilico porpora: così chiamato per le sue foglie rosse, ha un aroma particolare, leggermente piccante.
• Basilico tailandese: il suo sapore ricorda i chiodi garofano insieme a un aroma mentolato. È usato in piatti esotici.
• Basilico Messicano: chiamato anche basilico cannella per il suo sapore.
• Basilico fine verde: dalle foglie allungate e il sapore dolce.
Uso in cucina
Tra le ricette a base di basilico non possiamo non citare il celeberrimo pesto alla ligure, con cui condire deliziosi piatti di pasta. L'aroma inconfondibile di queste profumate foglioline le rendono ideali per insaporire semplici primi piatti, come una pasta col pomodoro, ma anche insalate, capresi, e mille altre ricette dal tipico gusto mediterraneo. Ottimo col pesce azzurro, il basilico si presta anche a piatti di carne e verdure.
Come pulire
Il basilico va pulito brevemente sotto l'acqua corrente. Il modo migliore per utilizzarlo è spezzettarlo con le mani, in modo da liberare il profumo, o pestarlo in un mortaio, cercando di non farlo entrare a contatto con coltelli o altri accessori di metallo. Il basilico va aggiunto all'ultimo momento: la sua resa migliore, infatti, è a crudo.
Guida all'acquisto
Scegliete il basilico dalle foglie intatte, di un bel colore brillante e vivo. Il basilico si può coltivare facilmente sul balcone di casa, durante i mesi primaverili ed estivi: se tagliate le foglie direttamente dalla pianta, recidete quelle più in alto.
Metodo di conservazione
Il basilico fresco si conserva in frigorifero, nello scomparto della frutta e verdura, per un paio di giorni. Il modo migliore per avere a disposizione un basilico sempre fresco, nei mesi primaverili ed estivi, è quello di tenere le piantine in giardino, sul balcone o sul davanzale di casa. Secco e congelato, perde gran parte dell'aroma: è preferibile allora tenerlo sotto sale o preparare dei sughi già insaporiti col basilico per i mesi invernali.
Curiosità
Secondo la tradizione, il termine basilico deriva dalla parola greca basilikon, ovvero “pianta reale”. Infatti, il basilico è apprezzato sin dall'antichità non solo per il suo aroma, ma anche per le numerose proprietà medicinali come erba curativa per guarire le ferite. Ancora oggi, in Francia, il basilico è chia

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?