Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa c'è nel frigo? Scopri come cucinarlo!

Salvia

Ricette con Salvia
Filtra contenuti simili
Caratteristiche generali
La salvia è una pianta aromatica che appartiene alla famiglia delle Labiate. Caratterizzata dalle foglie vellutate, di forma ovale, ha un fusto erbaceo che, crescendo, tende a diventare ligneo. A seconda delle varietà, può essere eretto o a cascata. Anche le foglie si differenziano per colore secondo i tipi: dal verde brillante a quelle striate di bianco, così come i fiori, che possono essere bianchi, rosa, rossi o azzurri.
Stagione
Tutto l'anno. Stagione migliore: l’estate.
Tipi/Varietà
Esistono quasi 1000 tipi di salvia, ma quella che è più nota e usata in cucina è la Salvia Officinalis.
A seconda della forma delle foglie prende il nome di salvia latifolia (la più comune), con le foglie larghe e lunghe; lavandulifolia, con le foglie strette e l'aroma più intenso; crispa, con le foglie arricciate.
Quando si parla di “salvia” senza aggiungere specifiche si intende la Salvia officinalis. Tra le numerose varietà citiamo la Salvia divinorum, che contiene sostanze allucinogene, o la Salvia splendens, coltivata per scopo ornamentale.
Uso in cucina
La salvia è molto apprezzata in cucina per il suo aroma particolare. Insieme al rosmarino, è presente in numerose ricette di carne o di legumi: ottima nella pasta e ceci, con la selvaggina, con formaggi gustosi e carni grasse, è usata principalmente con ingredienti molto saporiti poiché il suo aroma forte sovrasterebbe il sapore dei cibi più delicati.
Tra le ricette più diffuse troviamo la salvia fritta, passata nella pastella, e il condimento burro e salvia, usato per condire la pasta fresca ripiena, come tortelli e ravioli.
Come pulire
Lavate brevemente le foglie di salvia sotto l'acqua corrente.
Guida all'acquisto
Scegliete la salvia con le foglie integre, carnose e il profumo intenso e gradevole.
Metodo di conservazione
La salvia si può conservare in frigorifero per circa una settimana. Come molte altre piante aromatiche, è possibile coltivarla in un vasetto in balcone o sul davanzale della finestra, in modo da averla sempre fresca a disposizione. Disponetela in un luogo soleggiato, in posizione riparata.
Curiosità
La salvia ha numerose proprietà terapeutiche: non a caso il suo nome deriva dal latino salvus, ovvero “sano”. Dalle proprietà toniche, antisettiche, antispasmodiche e diuretiche, la salvia è usata per curare l'asma e tutte le infezioni alle vie respiratorie.
È sconsigliata durante la gravidanza e alle persone affette da epilessia: in realtà l'uso comune in cucina non dovrebbe essere dannoso, perché generalmente le controindicazioni sono riferite solo prodotti concentrati e oli essenziali a base di salvia.