Mimolette

Il formaggio arancione mimolette
Senza Glutine
Vegetariano
Filtra contenuti simili
Caratteristiche generali
Il mimolette è un formaggio di latte vaccino crudo che viene prodotto nella regione Lille, nel nord-est della Francia, chiamato anche "boule de Lille”, per via della sua forma rotondeggiante, e "vieux Hollande” perchè la produzione di questo formaggio nasce proprio nei Paesi Bassi al confine con la regione di Lille.
Il suo sapore è forte e deciso con note di sottobosco, fieno e nocciole.
Stagione
Il periodo migliore per degustare il mimolette va da aprile a settembre, quindi dopo almeno 6 settimane di stagionatura, ma è disponibile in commercio tutto l'anno.
Tipi/Varietà
Il mimolette si classifica in base alla stagionatura:

- Jeune, solo 3 mesi di invecchiamento.
- Demi-Vieille, semi stagionato, con 6 mesi di stagionatura.
- Vieille, stagionato per 1 anno.
- Extra-Vieille, molto stagionato, fino a 2 anni.
Il "label rouge" è l’etichetta conferita alla versioni più stagionate (veille ed extra-veille, dai 12 ai 24 mesi e oltre) che ha ottenuto la denominazione AOC nel 1997.
Uso in cucina
In cucina si accompagna bene ai grandi vini rossi francesi, di corpo e struttura importanti, appartenenti alla Borgogna o alla Lorena, ma anche con il Chuche-mourette un aperitivo a base di acquavite di ginepro. È ideale in ogni momento, dalla colazione, allo spuntino, all’antipasto, all’apertivio o a fine pasto. Ingrediente in primi, secondi, antipasti e contorni, noi l’abbiamo impiegato nei grissini di Halloween.
Curiosità
Sebbene il termine mimolette significhi "semi-molle" per la consistenza della pasta durante la fabbricazione, il prodotto finito viene classificato come formaggio a pasta dura.

La fabbricazione del Mimolette in Francia iniziò nel Diciassettesimo secolo, durante il regno di Luigi XIV, in quanto il ministro Colbert proibì tutte le importazioni dall'estero.

La sua particolare colorazione gialla molto intensa, tendente all'arancione deriva da un colorante alimentare naturale ricavato dalla pianta Rouco. Un'altra peculiarità deriva dalla superficie che è lasciata attaccare da un tipo di acari, i cirons che la penetrano provocando dei fori e delle rugosità sulla crosta.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?