Cocco

Ricette con cocco
Senza Glutine
Senza Lattosio
Vegano
Vegetariano
Caratteristiche generali
Per cocco, a livello alimentare, si intende la noce, ovvero il seme della palma da cocco, un albero di grandi dimensioni originario dell'Indonesia, diffuso nei paesi tropicali.
La noce di cocco è caratterizzata da uno spesso guscio protettivo fibroso, rivestito internamente da una polpa bianca che racchiude un liquido, chiamato latte di cocco.
A livello nutrizionale, il cocco è ricco di sali minerali, come potassio, calcio, fosforo e sodio.
È un alimento piuttosto calorico e ricco di lipidi.
Uso in cucina
In Italia il cocco viene usato soprattutto per la preparazione di dolci, in particolare i biscotti, oppure consumato come frutto dissetante nella stagione estiva.
Dalla lavorazione del cocco, inoltre, si ricavano bevande sia alcoliche sia analcoliche. Nei paesi tropicali, il latte di cocco è utilizzato anche nella preparazione di numerose ricette, dal pollo al pesce, fino alle verdure.
Come pulire
Pulire un cocco interno non è semplicissimo, a causa del duro guscio che lo ricopre: il metodo più comodo può essere quello di bucarlo con un cavatappi per far fuoriuscire il liquido, per poi colpire la noce con un martello all'incirca a un terzo della sua lunghezza, in modo che si apra longitudinalmente. Infine, prestando molta attenzione, si stacca la polpa con un coltello, inserendolo sotto il guscio e facendo leva. Il cavatappi va inserito in uno dei tre fori che si trovano nella parte superiore della noce.
Un altro metodo per aprire il cocco è quello di svuotarlo completamente del liquido (è importante che non rimanga del latte all'interno) e inserirlo in forno a 220°C per circa quindici minuti. In questo modo, il guscio si incrinerà in diversi punti, e sarà semplice rimuoverlo: la polpa si staccherà bene dal resto, senza rovinarsi. La polpa risulterà tiepida, quindi va raffreddata prima sotto l'acqua corrente e poi per qualche minuto in frigorifero.
Guida all'acquisto
Scuotete il cocco per verificare che vi sa molto latte all'interno e picchiate il guscio con le nocche: deve produrre un suono sordo.
Metodo di conservazione
Conservate il cocco in un luogo fresco e asciutto, a temperatura ambiente: una volta aperto, la polpa si conserva immersa nell'acqua o nel suo stesso liquido.
Curiosità
Il latte di cocco è leggermente lassativo, per cui si consiglia di consumarlo in quantità moderata.
Commenti
1 commento inserito
Inviato da FLAVIA il 06/03/2017 alle 22:59

Io adoro il cocco e il mio frotto preferito

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?