Cerca
Sei in: Homepage / Ingredienti / Pesce / Coda di rospo
Ricette con Coda di rospo
Stampa questo contenuto

Coda di rospo

Cerca tutte le ricette con Coda di rospo


Caratteristiche generali
La coda di rospo è il nome con cui generalmente si indica la rana pescatrice a cui è stata tolta la testa. È un pesce che vive nel Mediterraneo e nell'Atlantico, prediligendo i fondali sabbiosi.
In Italia è diffusa nei mari della Sicilia, nel Tirreno e nell'Adriatico. Caratterizzata da una testa grossa e massiccia, coperta di spine e d creste, ha un corpo allungato di colore bruno-violaceo sul dorso e chiaro sul ventre. Le dimensioni sono comunemente tra i 20 e gli 80 cm, ma se ne trovano anche esemplari lunghi fino a 2 metri.
Dal punto di vista alimentare, la coda di rospo è considerata molto pregiata.

Uso in cucina
La coda di rospo ha un sapore delicato e carni pregiate, per cui si presta a ricette leggere, che ne valorizzino il gusto. Le sue carni rosee e compatte lo rendono paragonabile a crostacei importanti come l'aragosta e sono ottime alla brace o cotte in padella con erbe aromatiche, servite con contorno di verdure e patate. Deliziose sono anche le ricette che utilizzano questo pesce per condire raffinati primi piatti. Con la testa e gli scarti si preparano ottimi brodi o gelatine.

Come pulire
Generalmente, come abbiamo detto, la coda di rospo è venduta senza la testa: per eliminare la pelle basta tirarla verso la coda. Prima di procedere alla preparazione, lavate la coda di rospo sotto l'acqua corrente.

Guida all'acquisto
Scegliete i pesci dalle carni compatte e rosate, l'odore delicato, non ammoniacale.

Metodo di conservazione
La coda di rospo è un alimento delicato, che va consumato il prima possibile. Potete conservarla in frigorifero per uno o due giorni al massimo, oppure in appositi sacchetti, eliminando quanta più aria possibile, per circa 3 mesi, a -18°C.

Curiosità
Il nome “coda di rospo” deriva probabilmente dalla testa, caratterizzata da grossi occhi sporgenti e una bocca larga. Dato il suo aspetto orrido, è anche chiamata “diavolo di mare.” Il nome “coda” è dovuto al fatto che il suo corpo, privato della testa, ha una forma che sembra appunto un'enorme coda.

Tag Ricetta:

Ingrediente
Inserisci commento

Commenti:

Nessun commento.