Rana pescatrice

Ricette con rana pescatrice
Senza Glutine
Senza Lattosio
Caratteristiche generali
La rana pescatrice è un pesce appartenente alla famiglia Lophiidae che vive prevalentemente nei fondali sabbiosi del Mediterraneo e nell’Oceano Atlantico. È caratterizzata da una grossa testa massiccia, coperta da creste e spine, di forma ovale e appiattita, con un’importante bocca rivolta verso l’alto, con numerosi denti appuntiti. Il corpo, di forma allungata, è di colore violaceo o bruno sul dorso, mentre il ventre si presenta chiaro.
La rana pescatrice è un pesce di dimensioni variabili: infatti si possono trovare esemplari che vanno dai 20 cm fino ai 2 metri.
In cucina, conosciamo questo pesce come Coda di Rospo, che nient’altro è che la rana pescatrice a cui è stata eliminata la testa, assumendo la forma, appunto, di una grossa coda. Dal punto di vista alimentare, la sua carne è molto apprezzata e considerata molto pregiata.
Uso in cucina
La rana pescatrice è considerata molto pregiata, pertanto è preparata in ricette delicate, che ne esaltino il sapore senza coprirlo, come la cottura alla brace o in padella con erbe aromatiche. Tra le ricette più raffinate, troviamo alcuni primi piatti. Come abbiamo visto, in cucina si utilizza prevalentemente il corpo, chiamato Coda di Rospo, ma anche la testa è un ottimo ingrediente per preparare deliziosi brodi e gelatine.

Come pulire
La rana pescatrice viene venduta generalmente senza testa, col nome di coda di rospo: per eliminare la pelle, è sufficiente tirarla verso al coda.
Guida all'acquisto
La rana pescatrice deve presentarsi con una carne rosea e compatta e un odore gradevole, non ammoniacale.
Metodo di conservazione
La rana pescatrice, come tutti i prodotti del mare, è un alimento delicato che si conserva in frigorifero per uno o due giorni al massimo. È anche possibile congelarla negli appositi sacchetti, per conservarla fino a 3 mesi.
Curiosità
La rana pescatrice, a dispetto delle sue carni pregiate e raffinate, che la rendono paragonabile ad alimenti preziosi come l'aragosta, ha un aspetto orrendo, per la sua testa enorme, appiattita, spinosa e la bocca sporgente, che le hanno fatto meritare l'appellativo di “Diavolo di mare”.
Commenti
2 commenti inseriti
Inviato da Gustissimo.it il 07/03/2013 alle 15:13
Grazie per il suggerimento Lino! Proveremo ad accontentarti al più presto! ;)
Inviato da LINO SANTONI il 03/02/2013 alle 20:43
Le descrizioni dei pesci dovrebbero essere completate con i loro nomi scientifici,nonchè come vengono chiamati nelle varie regioni d'Italia

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?