Inizia la stagione delle sagre: armonie leggere e sfiziose

Inizia la stagione delle sagre: armonie leggere e sfiziose
L’autunno porta con sé colori, profumi e sapori tipici, che ogni anno risvegliano tutto l’interesse per il territorio. È il caso delle sagre, la cui stagione inizia proprio con il mese di ottobre. Tutta l’Italia ci racconta le molteplici tradizioni culinarie che caratterizzano ogni località e le sue radici storiche: un’occasione perfetta per fare una gita fuori porta alla scoperta dei sapori del territorio. Da molto tempo ormai ci si raduna nelle piazzette e nelle vie di tutte le regioni, da Nord a Sud, per degustare i prodotti tipici e freschi di ogni posto, ricordandone le tradizioni locali.

Per inaugurare la stagione delle sagre, oggi vi regalo qualche piccolo suggerimento su come degustare in modo sano e appetitoso i deliziosi prodotti tipici di alcune delle più celebri sagre italiane.

Partiamo dal Nord Italia, in particolare dal Piemonte e dalla sua ricorrente Sagra del Tartufo di Alba. Per un mese intero si degusta questo pregiatissimo fungo dal sapore intenso ma delicato. Con il tartufo si preparano infatti piatti prelibati, ma non solo. Questo raffinato prodotto locale viene impiegato per impreziosire di sapore la pasta e il risotto, oppure per realizzare squisite creme da spalmare sul pane. Il mio consiglio al riguardo è di provarlo in accostamento alla robiola e a un carpaccio de L’Altra Bresaola Raspini: un piatto prezioso, dai sapori avvolgenti. La cremosità della robiola fresca si unisce perfettamente all’intensità e al profumo del tartufo.

Spostandoci più a est, in Trentino Alto Adige, troviamo la Festa del Radicchio di Bieno. Protagonista di torte salate, crespelle, primi piatti e contorni, il radicchio è una verdura versatile, che può essere gustata in svariati modi. Vi suggerisco di preparare dei gustosi involtini di radicchio al forno con Speck Raspini, noci e del formaggio asiago.

Scendiamo verso il centro dello stivale, in Abruzzo, per scoprire la Sagra delle castagne di Ocre. Chi non ha voglia di caldarroste con l’arrivo dei primi freddi? Con le castagne si possono preparare degli squisiti dolci, delle deliziose confetture e delle ottime zuppe. Ad esempio potete arrostire le castagne e poi cuocerle in un brodo di verdure ed erbe aromatiche, insieme ai vostri ortaggi preferiti, insaporendo il tutto con la Pancetta Dolce A Cubetti Raspini e accompagnando con i crostini di pane. Vi ricordo che le castagne hanno un importante valore nutritivo e contengono fosforo, che le rende in alimento utile per il sistema nervoso.

Infine scendiamo ancora più a sud, in Puglia, dove la Sagra delle olive a Sannicandro di Bari ci regala sapori sensazionali. Che siano bianche o nere, le olive hanno potenzialità antiossidanti e anti-infiammatorie. Potete gustare questo frutto in accompagnamento ai grissini e alle fette di Prosciutto Crudo San Daniele Raspini, senza farvi mancare un’insalatina verde.

Ed ecco a voi pochi semplici armonie di sapore e deliziosi accostamenti per ripercorrere e gustare a casa vostra le principali prelibatezze della nostra terra.


Dott.ssa Giovanna Mottola

Newsletter

Iscriviti alla newsletter Raspini! Tantissime ricette squisite
Sei già iscritto con questo indirizzo email.
Per accedere alla tua area riservata clicca qui.