Carni rosse lavorate

Domanda
È scientificamente fondato l'allarme lanciato dalla Oms? Le carni rosse lavorate sono cancerogene a prescindere dal tipo di lavorazione e dal tipo di additivi?

Donatus
La Nutrizionista
Salve Donatus,
c’è stata tanta confusione sulla problematica della lavorazione delle carni. Io le dico che un consumo eccessivo di carni rosse, soprattutto di carni rosse lavorate (salumi, insaccati e carne in scatola) aumenta il rischio di sviluppare alcuni tumori. L'aumento del rischio è però proporzionale alla quantità di volte e alla quantità di carne che mangiamo. Pertanto le dico che un basso consumo limitato a una volta a settimana di carne rossa fresca magra (filetto, sottofiletto) può andar bene anche perché ci assicura un giusto apporto di nutrienti importanti (vitamina B12 e ferro), mentre le carni rosse lavorate vanno consumate saltuariamente.

Saluti,

Dott.ssa Giovanna Mottola

Newsletter

Iscriviti alla newsletter Raspini! Tantissime ricette squisite
Sei già iscritto con questo indirizzo email.
Per accedere alla tua area riservata clicca qui.