Sarde in saor

Sarde in saor
Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 35 minuti
Note: + 1 giorno per il riposo delle sarde
Introduzione
Le sarde in saor sono un tipico antipasto veneto a base di pesce. Per stupire i vostri ospiti con un piatto un po’ diverso dal solito, seguite la nostra ricetta e preparate in casa queste deliziose sarde: vi faranno tutti i complimenti!
Preparazione
Acquistate le sarde già pulite per facilitarvi il lavoro e lavatele velocemente sotto l’acqua corrente.
Mettete la farina su un piatto piano e passateci le sarde, effettuando una leggera pressione con le mani in modo che l’impanatura aderisca bene su tutti i lati.

Fate scaldare abbondante olio di semi in una padella capiente e mettete a friggere le sarde sino a quando diventano dorate, dopodiché scolatele e mettetele su un piatto rivestito con carta assorbente.

Affettate le cipolle, dopo averle accuratamente pulite, e fatele soffriggere in una padella con tre cucchiai di olio evo per circa 3 minuti, dopodiché unite l’aceto e il sale. Proseguite la cottura a fuoco bassissimo per circa 4 minuti, sino a quando il liquido si sarà addensato.

Mettete alcune sarde sul fondo di una ciotola capiente e, sulla superficie, disponete un po’ di cipolla con il sughetto d’aceto e una manciata di pinoli.
Proseguite in quest’ordine sino all’esaurimento degli ingredienti.
Coprite la ciotola con un foglio di pellicola per alimenti e riponete le sarde in frigorifero a riposare per 1 giorno intero prima di gustarle.
Accorgimenti
Fate attenzione che le sarde non brucino durante la frittura, ma si limitino ad assumere un colore dorato.
Idee e varianti
Queste sarde sono ottime da gustare in autunno e in inverno, con qualche fetta di polenta grigliata di accompagnamento.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?