Tartare di tonno

Ricetta Tartare di tonno
Difficoltà:
difficoltà 1
Dosi: per 4 persone
Tempo: 30 minuti
5.0 1
Introduzione
Da sempre in occidente la tartare è stata sinonimo di carne. Con la grande diffusione della cucina giapponese, anche in Italia si è scoperto il gusto di consumare pesce crudo. Ecco quindi una ricetta semplice che mescola tradizione e innovazione in un elegante antipasto.
Preparazione
Sminuzzate il tonno, a mano o in un mixer, fino a ottenere pezzetti piccoli ma non troppo. Disossate le olive e tritatele. Tritate anche gli scalogni e l'erba cipollina.
Unite tutti gli ingredienti in una terrina e condite con olio, sale e pepe. Mescolate con un cucchiaio di legno fino a ottenere un composto omogeneo.
Date alla tartare la forma che più vi piace e servite su un ampio piatto, condendo con il succo di limone.
Accorgimenti
La consistenza della tartare può variare a seconda dei gusti, ma è importante che i tranci di tonno mantengano il loro aspetto. Evitate quindi di tritare eccessivamente il pesce.
Idee e varianti
Questa è una ricetta che stimola la fantasia. Dato che in sé è molto semplice, è caldamente consigliato che aggiungiate il vostro tocco personale.
Innanzitutto, potete presentare la tartare su un letto di lattuga o di rucola. È poi molto importante accompagnarla con un pane adeguato. Si prestano molto bene i cracker, i grissini o il pane azzimo. Infine, potete dare un tocco esotico al tutto, cospargendo la tartare con una grattugiata di zenzero, un po' di salsa di soia giapponese o un pizzico di wasabi. Se preferite i condimenti nostrani, l'aceto balsamico di Modena si sposa alla perfezione.
Commenti
1 commento inserito
Inviato da alfonso il 30/03/2015 alle 20:33
E veramente una ricetta appetitosa ottima da gustare con un ottimo vino ciro naturalmente calabrese

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?