Cremini piemontesi

Cremini piemontesi
Senza Glutine
Vegetariano
Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 30 pezzi
Tempo: 25 minuti
Note: + 30 minuti per la solidificazione del cioccolato
Introduzione
Se volete preparare dei deliziosi dolcetti per gli ospiti, i cremini piemontesi sono quel che fa per voi per stupire i vostri commensali! Golosi e delicati, questi piccoli scrigni di cioccolato sono di origine piemontese, ove è solito consumarli con l’arrivo dell’autunno, anche se ormai sono molto diffusi in tutta Italia e in tutte le stagioni.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Spezzettate il cioccolato fondente e mettetelo in un pentolino. Fatelo sciogliere a bagnomaria a fiamma bassissima mescolando continuamente per non farlo attaccare, dopodiché unite la granella di nocciole e mescolate.

Con l’aiuto di una spatola da cucina stendete metà del cioccolato fuso su una teglia rivestita con carta forno, cercando di formare uno strato di circa 4 millimetri. Riponetelo in frigorifero a solidificare per 15 minuti.
Nel frattempo fate sciogliere il cioccolato al latte sempre a bagnomaria, aggiungete la panna e mescolate.

Una volta trascorso il tempo di solidificazione, prendete la teglia con il cioccolato fondente e, sulla superficie, versate il cioccolato al latte, cercando sempre di creare uno strato dello spessore di 3-5 millimetri. Fate raffreddare in frigo ancora 5 minuti e poi riprendete la teglia per versare l'ultimo strato con il restante fondente, levigandolo con la spatola.

Ponete nuovamente in frigorifero la teglia per circa 15 minuti, dopodiché estraetela e tagliate tanti quadratini della grandezza che preferite. Riponete i cremini nuovamente in frigorifero sino al momento di servirli.
Accorgimenti
Non mischiate il cioccolato fondente con quello al latte, in quanto la principale caratteristica dei cremini è conferita dal triplo strato di cioccolato.
Cercate di usare una teglia della dimensione giusta, quindi non troppo grande: gli strati non devono essere né troppo sottili né troppo spessi.
Idee e varianti
Se non gradite il gusto delle nocciole, potete sostituirle con le mandorle tritate finemente.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?