Cima alla genovese

Cima alla genovese
Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 6 persone
Tempo: 160 minuti
Introduzione
La cima alla genovese è un secondo piatto ligure, solitamente preparato in occasione delle cene in famiglia e in compagnia degli amici. Se desiderate realizzare una pietanza insolita rispetto a quelle a cui siete maggiormente abituati, seguite la nostra ricetta!
Preparazione
Pulite una cipolla e una carota, tritatele finemente e fatele soffriggere in una casseruola con tre cucchiai di olio.
Tritate le cervella e la polpa di vitello e unitele nella casseruola, insieme ai pinoli, il parmigiano e il pane che avrete passato sotto l’acqua corrente, strizzato e sbriciolato con le mani.
Sfumate con il vino, salate e proseguite la cottura a fiamma bassa per 20 minuti.

Una volta cotto il ripieno, è il momento di farcire la pancia del vitello: riempitela con il ripieno e cucitela con ago e filo.
Mettete una cipolla e una carota in una pentola, versate abbondante acqua e fatela scaldare sul fornello, dopodiché immergeteci la cima e fatela cuocere per 2 ore.

Quando, infilzandola con una forchetta, sentirete che è morbida, scolate la cima e metteteci un peso sopra, in modo che il liquido della cottura possa fuoriuscire.
Fate raffreddare la cima a temperatura ambiente, dopodiché tagliatela a fette e servitela in tavola.
Accorgimenti
Richiudete bene la pancia del vitello, altrimenti il ripieno potrebbe fuoriuscire durante la cottura in acqua.
Idee e varianti
Potete aggiungere gli ingredienti che più vi piacciono al ripieno, come la pancetta, i piselli o i funghi secchi.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?