Gelato affogato al caffè

Gelato affogato al caffè
Senza Glutine
Vegetariano
Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 45 minuti
Note: + 3 ore per il riposo in freezer
Introduzione
Il gelato affogato al caffè è un ottimo e rinfrescante dessert, perfetto da offrire ai propri ospiti a merenda o dopo cena.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Versate il latte in una casseruola e portatelo a ebollizione, dopodiché unite la vanillina, mescolate e spegnete il fornello.

Nel frattempo lavorate a crema i tuorli d’uovo con lo zucchero in una ciotola, sino a ottenere una spuma soffice e biancastra. Unite il latte vanigliato, mescolate e riponete il composto sul fornello. Fatelo sobbollire a fiamma bassissima e spegnete il fuoco quando inizia a rapprendersi.

Trasferite il liquido in una terrina. In un recipiente a parte montate la panna e incorporatela al composto, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto. Mettete il tutto all’interno di una gelatiera e azionate la velocità media per 20 minuti, dopodiché riponete il composto in uno stampo e fatelo raffreddare in freezer per circa 3 ore.

Mettete tre palline di gelato all’interno dei singoli bicchieri, unite il caffè ancora caldo e completate con un ciuffetto di panna montata. Servite subito.
Accorgimenti
Fate attenzione a non far bollire il composto sul fornello ma solo sobbollire. Abbiate cura di montare molto bene la panna, in modo che conferisca la giusta nota di morbidezza e cremosità al gelato.
Idee e varianti
Potete guarnire il vostro gelato come più gradite, ad esempio con qualche scaglia di cioccolato fondente oppure con la granella di nocciole.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?