Pandoro

Ricetta Pandoro
Difficoltà:
difficoltà 5
Dosi: per 6 persone
Tempo: 90 minuti
Note: + 6-7 ore per la lievitazione della pasta
5.0 3
Introduzione
Tipico dolce natalizio, il pandoro è amato da grandi e piccini. Provate a prepararlo in casa, seguendo la ricetta tradizionale.
Preparazione
Dopo aver sbriciolato il lievito di birra in una ciotola, fatelo sciogliere con una quantità minima di acqua tiepida.
A questo punto prendete un contenitore abbastanza capiente e versate 75 grammi di farina e 20 grammi di zucchero semolato, dopodiché lavorate l'impasto con un tuorlo d'uovo e il lievito di birra precedentemente sciolto.
Dopo aver amalgamato bene l'impasto, formate un panetto e adagiatelo in una terrina leggermente infarinata.

Ora dovete coprirlo e lasciarlo lievitare.
Una volta lievitato a dovere (circa 2 ore), addizionate al panetto 170 grammi di farina, 3 tuorli d'uovo, 30 grammi di burro ammorbidito e 100 grammi di zucchero semolato.
Lavorate di nuovo l'impasto per qualche minuto fino a ottenere un composto omogeneo.
Ricomponete il panetto e mettetelo nuovamente a lievitare per altre due ore circa.
Si arriva così al “terzo round”. Prendete 405 grammi di farina (ovvero il rimanente dei 650 grammi di farina iniziali), 80 grammi di zucchero semolato, 40 grammi di burro ammorbidito, la scorza di limone grattugiata, 3 tuorli ed 1 uovo intero.
Impastate nuovamente con vigore fino a ottenere un composto di natura elastica che non resti attaccato alle mani.

Ricomponete per la terza volta il panetto e lasciate lievitare il tutto. Una volta effettuata la lievitazione, aggiungete il mezzo bicchiere di panna e un tuorlo d'uovo. La consistenza della pasta dovrà risultare morbida ma allo stesso tempo non essere molle.
A questo punto, con l'aiuto di una comune bilancia da cucina, pesate la pasta e calcolate per ogni chilo circa 150 grammi di burro.
Stendete la pasta e aggiungete il burro ammorbidito (nella quantità giusta), dopodiché piegate sul burro la pasta, poi stendetela di nuovo e ripiegatela (operazione da ripetere tre volte).

Poi lasciate la pasta a riposo per circa 30 minuti.
Sciogliete del burro e spalmatelo sullo stampo, dopodiché lavorate ancora per qualche minuto la pasta prima di sistemarla all'interno dello stampo stesso.
Sistemate lo stampo in un luogo tiepido e lasciate lievitare il tutto. Una volta che la pasta avrà raggiunto il bordo dello stampo, sarà giunto il momento di utilizzare il forno.
Infornate lo stampo a 190°C e cuocete il vostro Pandoro per 20 minuti, successivamente abbassate la temperatura a 175°C e continuate la cottura per altri 10 minuti.
Terminata l'operazione di cottura, capovolgete il Pandoro e lasciatelo raffreddare.
Infine, servendovi di un setaccio, spolverate il dolce con dello zucchero a velo e poi servite in tavola il vostro Pandoro artigianale.
Commenti
5 commenti inseriti
Inviato da Gustissimo.it il 09/12/2015 alle 09:02
Caro Carlo, hai setacciato la farina? E' molto importante che sia ben setacciata e non vi siano grumi, altrimenti la lievitazione potrebbe essere compromessa.
Inviato da Carlo il 06/12/2015 alle 03:08
Ciao, ho difficoltà nella lievitazione... Il primo round ( chiamiamolo così ) senza problema, ma quando aggiungo altra farina non mi lievita più. Potete spiegarmi?
Inviato da giovanni il 18/12/2014 alle 16:55
si avete ragione è proprio bello questo sito
Inviato da Vivalafocaccia il 29/11/2011 alle 07:05
Ottimo. Eccone una versione con il lievito naturale
http://vivalafocaccia.com/2010/12/20/la-video-ricetta-del-pandoro-fatto-in-casa/
Ciao
Inviato da rosaria il 30/12/2010 alle 09:54
un pandoro ottimo x farcirlo come volete ciao atutti

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?