Krapfen alla crema pasticcera

Krapfen alla crema pasticcera
Vegetariano
Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 25 pezzi
Tempo: 40 minuti
Note: + 2 ore per la lievitazione dell'impasto
Introduzione
l krapfen alla crema pasticcera sono un dolce tipico austriaco, molto diffuso e apprezzato ormai in ogni parte del mondo. Queste squisite paste sono un po' caloriche, ma decisamente irresistibili: un soffice impasto di pasta fritta racchiude un vellutato e goloso ripieno di crema pasticcera. I krapfen sono perfetti da preparare anche per Carnevale (come si usa in Baviera), magari al posto delle tradizionali frittelle.
Preparazione
Per prima cosa fate sciogliere il lievito di birra in circa 120 ml di latte tiepido.

In una terrina sbattete le uova insieme allo zucchero semolato, dopodiché unite anche il latte rimanente.
A questo punto incorporate, unendole poco per volta, le 2 farine setacciate insieme (tenete da parte 30 g circa di farina 00). Aggiungete anche la vanillina e la scorza grattugiata del limone.

Ora potete unire il lievito di birra sciolto nel latte e lavorare con cura il tutto finché il composto non risulterà ben amalgamato.
Spezzettate il burro (morbido a temperatura ambiente) e unitelo all'impasto, lavorandolo nuovamente in modo che risulti omogeneo e dalla consistenza liscia.

Fatelo quindi lievitare per circa 2 ore dopo averlo posto in una terrina e coperto con un panno.

Trascorso questo lasso di tempo, stendetelo sul piano di lavoro infarinato fino a ottenere una sfoglia spessa più o meno 4 mm. Utilizzando una tazza o un bicchiere del diametro di 6-8 cm circa, realizzate quindi tanti dischi di pasta.

Farcite i krapfen in questo modo: mettete in mezzo a un disco 1 cucchiaino di crema pasticcera, dopodiché chiudetelo sovrapponendo un secondo disco di pasta. Sigillate bene i bordi premendo con le dita.

Non vi resta che friggere i vostri krapfen in olio caldo e a fiamma media. Cuocetene pochi per volta e girateli durante la frittura in modo da dorarli uniformemente.

Disponeteli man mano su dei fogli di carta assorbente per far scolare l'olio in eccesso, dopodiché completateli con una bella spolverata di zucchero a velo e serviteli in tavola.
Accorgimenti
Se volete seguire il metodo più antico e tradizionale per cuocere i krapfen, friggeteli nello strutto anziché nell'olio: in questo caso non saranno indicati per i vegetariani!

Per non rischiare di bruciare la pasta dei krapfen all'esterno e lasciarla poco cotta dentro, ricordatevi che l'olio non dev'essere bollente: caldo sì, ma non bollente. Durante la frittura non alzate troppo la fiamma, in modo da mantenere costante la temperatura dell'olio.
Idee e varianti
I krapfen possono anche essere farciti con marmellata o Nutella al posto della crema pasticcera. Inoltre, se preferite, è possibile cuocerli in forno (preriscaldato a 180°C, per circa 20- 25 minuti o fino a doratura): risulteranno più leggeri.

Una maniera alternativa di preparare i krapfen consiste nel dividere l'impasto in tante palline da lasciare lievitare disposte su una placca da forno (un po' distanziate l'una dall'altra); dopo la frittura, farciteli utilizzando una siringa per dolci.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?