Cagliette piemontesi

Cagliette piemontesi
Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 30 minuti
Note: + 2 ore di ammollo del pane raffermo
Introduzione
Una ricetta antica della tradizione alpina, in particolare delle valli valdesi e occitane del Piemonte: le cagliette, o calhetas, sono una preparazione simile agli gnocchi, ma a base di pane raffermo. Si presentano come delle polpette allungate, da condire con burro e salvia. Per prepararle si possono utilizzare anche grissini spezzettati e patate.
Preparazione
Per preparare le cagliette piemontesi, cominciate mettendo a mollo il pane raffermo nel latte per 2 ore.

Trascorso questo tempo, mettete una pentola con acqua salata sul fuoco e portatela ad ebollizione. Nel frattempo strizzate il pane e formate un composto utilizzando anche la farina, le uova, il salame e la toma (tagliati a piccoli dadini): impastate con le mani per 5-6 minuti, dopodiché potete creare gli gnocchi aiutandovi con 2 cucchiai (formate una sorta di polpette).

A questo punto potete cuocere le cagliette in pentola, finché non verranno a galla.
Mentre cuociono, preparate il condimento: in una padella fate sciogliere abbondante burro a cui unirete qualche fogliolina di salvia lavata e, una volta pronti gli gnocchi, fateli saltare in padella.

Servite le cagliette ben calde, spolverizzando con del Parmigiano Reggiano grattugiato e una manciata di pepe.
Accorgimenti
Aggiungete ancora un cucchiaio di farina per dare consistenza al composto se vi sembra troppo morbido.
Idee e varianti
Come ogni ricetta tradizionale, anche questa ha molte varianti: c’è chi utilizza la salsiccia, il prosciutto o la pancetta al posto del salame, chi utilizza nell’impasto anche dei grissini spezzettati o chi aggiunge una patata per dare una consistenza migliore agli gnocchi.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?