Zuppa toscana

Zuppa toscana
Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 130 minuti
Note: + 1 notte per l’ammollo dei legumi
Introduzione
Se vi siete già recati in Toscana o siete originari di questa splendida terra, avrete già sicuramente assaporato questa deliziosa zuppa. Prepararla in casa non è complicato, occorre avere solo un po’ di pazienza e tempo, dovendo attendere per l’ammollo dei legumi secchi, ma il risultato finale varrà l’attesa, ve lo assicuriamo!
Preparazione
Mettete i ceci, i fagioli e il farro in tre ciotole separate, copriteli con abbondante acqua e lasciateli in ammollo per una notte intera.

Trascorso il tempo di ammollo, mettete i fagioli e i ceci in una pentola, ricopriteli d’acqua e fateli cuocere per circa 100 minuti a fiamma bassa.

Nel frattempo, in una casseruola a parte, fate soffriggere l’aglio con quattro cucchiai di olio, unite la pancetta a dadini, un rametto di rosmarino e versate due mestoli di acqua di cottura dei fagioli.
Aggiungete il farro e fatelo cuocere per circa 90 minuti, unendo ancora acqua man mano che il farro l'assorbe.

Al termine della cottura, aggiungete il farro nella pentola con i fagioli e i ceci, regolando di sale.

Mescolate e versate la zuppa in quattro piatti, al fondo dei quali avrete messo una fetta di pane toscano ben tostato. Completate con un filo d’olio e servite in tavola.
Accorgimenti
Scegliete legumi secchi di buona qualità e possibilmente di provenienza nazionale, che sciacquerete bene dopo l'ammollo in modo da eliminare le impurità così come i fagioli e i ceci che resteranno a galla.
Idee e varianti
Qualora non amaste i fagioli borlotti, potete sostituirli con i fagioli cannellini. Se siete vegetariani, potete eliminare la pancetta dalla preparazione e aggiungere delle lenticchie agli altri legumi secchi.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?