Cerca
Sei in: Homepage / Ricette / Primi Piatti / Pasta con Funghi / Pappardelle ai funghi porcini
Ricetta Pappardelle ai funghi porcini
Stampa questo contenuto

Pappardelle ai funghi porcini

Difficoltà: difficoltà 3
Dosi: per 6 persone
Tempo: 30 minuti

Grazie, riceverai una mail con le istruzioni per attivare il commento!
Se non ricevi il messaggio controlla anche tra la tua posta indesiderata, il messaggio potrebbe essere erroneamente considerato come spam.

Le pappardelle ai funghi porcini sono un primo piatto tipicamente autunnale, particolarmente gustoso se preparato usando la pasta fatta in casa e i funghi porcini freschi.

Preparazione:
Lavate e pulite i funghi porcini. Tritate finemente con la mezzaluna il prezzemolo, l’aglio e la cipolla e metteteli a soffriggere in una padella con l’olio a fuoco molto dolce. Dopo qualche minuto aggiungete ½ bicchiere di vino bianco e lasciate sfumare. Quando il vino sarà evaporato, unite i funghi porcini tagliati per la lunghezza, aggiustate di sale e di pepe, coprite con il coperchio e lasciate cuocere a fuoco lento per circa 10 minuti.

Mettete a bollire l’acqua della pasta, salatela con due pugni di sale grosso e calate le pappardelle. Se la pasta è fatta in casa, basterà un minuto di cottura. Scolate le pappardelle mantenendo un po’ di acqua di cottura della pasta e unitele alla padella con i funghi. Aggiungete il prezzemolo fresco, fate saltare per un paio di minuti, impiattate e servite.

Accorgimenti:
Prestate molta attenzione alla pulizia dei funghi: eliminate innanzitutto la parte terminale del gambo, poi separate la testa dal gambo e, con l’aiuto di un coltellino affilato, pulite dalla terra la parte inferiore della testa e poi quella superiore. Completate quindi la pulizia dei funghi aiutandovi con una spazzolina o con un panno inumidito per eliminare ogni traccia di terra residua.

Varianti:
Molti gradiscono arricchire questo piatto aggiungendo ai funghi, a un paio di minuti dal termine della cottura, della panna da cucina.
Se non disponete di funghi porcini freschi, potete sostituirli con quelli secchi, ammollati nell’acqua per almeno una mezz’ora.
Inserisci commento

Commenti:

Nessun commento.