Cerca
Sei in: Homepage / Ricette / Primi Piatti / Pasta con Pesce / Linguine all'astice
Linguine all’astice
Stampa questo contenuto

Linguine all'astice

Difficoltà: difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 60 minuti

Grazie, riceverai una mail con le istruzioni per attivare il commento!
Se non ricevi il messaggio controlla anche tra la tua posta indesiderata, il messaggio potrebbe essere erroneamente considerato come spam.

Le linguine all’astice sono un primo piatto di mare eccezionale per la bontà del suo protagonista principale. Un successo assicurato.

Preparazione:
Fate bollire in una pentola abbastanza alta, abbondante acqua salata. Giunta a bollore immergetevi l'astice, coprite e fate cuocere per 10/15 minuti finché l'astice non sarà diventato di colore rosso. Togliete dall'acqua l’astice e fatelo raffreddare. Lavate e sminuzzate il prezzemolo. Spellate i pomodori e tagliateli grossolanamente eliminando i semi, sminuzzate l’aglio dopo avergli tolto la pelle. Non appena freddato tagliate l'astice con un coltello a punta facendo un’incisione su tutto il dorso e la testa. Separate le due parti ed estraetene la polpa, e spezzettatela in piccoli pezzi; conservate la corazza.
In un tegame mettete l’olio, il prezzemolo (lasciatene un poco per decorazione), l'aglio, il peperoncino e il sale; fate soffriggere per qualche minuto e aggiungete la polpa dell’astice e la scorza di limone. Fate cuocere per 5-6 minuti, poi aggiungete il pomodoro, il vino e fate evaporare.
Nel frattempo avrete messo la pasta a cuocere in abbondante acqua salata.
Scolate le linguine al dente e trasferite nella padella facendole saltare a fuoco alto. Trasferite le linguine su di un vassoio da portata, decorate con il prezzemolo e adagiatevi l'astice che avete svuotato della polpa, ricomponendolo.

Accorgimenti:
Le linguine all’astice prevedono che il crostaceo sia ancora vivo al momento dell’immersione nell’acqua bollente.

Idee e varianti:
Se proprio non potete tollerare questo tipo di cottura acquistate un astice surgelato, il risultato sarà ugualmente eccellente.

Commenti:

Inviato da Gustissimo.it il 18/05/2012 alle 17:17

Ciao Ade,
possiamo sapere cosa c'è che non ti convince di questa ricetta? Un confronto può essere costruttivo! Ciao, grazie mille