Cerca
Sei in: Homepage / Ricette / Primi Piatti / Pasta con Salumi / Bucatini all'amatriciana
Bucatini all’amatriciana
Stampa questo contenuto

Bucatini all'amatriciana

Difficoltà: difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 25 minuti

Grazie, riceverai una mail con le istruzioni per attivare il commento!
Se non ricevi il messaggio controlla anche tra la tua posta indesiderata, il messaggio potrebbe essere erroneamente considerato come spam.

I bucatini all’amatriciana sono un piatto tipico della cucina tradizionale popolare ormai noto in tutto il mondo.

Preparazione:
Fate a pezzi il guanciale riducendolo a cubetti, cuocetelo a fuoco basso in una padella antiaderente di 28 cm, e quando il grasso sarà diventato trasparente aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco secco e lasciatelo evaporare. Unite i pomodori tagliati a pezzetti e il peperoncino, se è di vostro gusto, e lasciate cuocere per 5 minuti a fuoco vivo. Nel frattempo fate lessare la pasta in abbondante acqua salata, quindi unitela al sugo insieme al pecorino grattugiato. Mescolate bene e servite. Volendo, il guanciale può essere rimosso prima di unire i pomodori e rimesso in padella prima di condire la pasta, per evitare che diventi troppo croccante e che assuma lo sgradevole aroma di bruciato.

Accorgimenti:
Se volete che i vostri bucatini alla amatriciana non prendano il sapore di guanciale bruciato, potete rimuoverlo prima di unire i pomodori per poi rimetterlo in padella prima di condire la pasta.

Idee e varianti:
Potete cimentarvi nella più classica variante dei bucatini all’amatriciana utilizzando come pasta i tonnarelli o gli spaghetti e levando il pomodoro: otterrete così la “gricia”.

Commenti:

Inviato da Gustissimo.it il 11/12/2013 alle 18:01

@Liliana: la ricetta originale non prevede la cipolla, anche se il sapore si accosta bene al piatto :)

Inviato da liliana stela georgeta il 17/11/2013 alle 03:04

ma la cipolla affetata vi siete dimenticati aggiungerla?

Inviato da Davide il 13/03/2012 alle 18:55

Ad angela, molti mettono la cipolla. I più la soffriggono con olio (abominio!). Entrambi i casi non appartengono alla ricetta originale che non la prevede.

Inviato da Davide il 13/03/2012 alle 18:52

Chi scrive queste ricette ha una predilezione per il vino bianco. La ricetta originale non lo prevede. Il guanciale va tagliato a listarelle e non a cubetti e va messo a rosolare fino a quando non avrà cacciato il suo grasso e non sarà diventato croccante. A questo punto si leva sgocciolato dalla padella e si uniscono al solo grasso i pomodori (sbollentati, privati della pelle e dei semi e tagliati a pezzetti) ed il peperoncino (ci va!). Una volta scolata la pasta la si unisce al pomodoro dove verranno aggiunti il guanciale ed il pecorino (romano naturalmente) e si mescola il tutto.

Inviato da angela il 05/01/2012 alle 10:42

io la matriciana la cucino mettendoci anche una cipolla dorata affettata finemente,copre un po' il sapore del guanciale ma è buonissima