Cerca
Sei in: Homepage / Ricette / Primi Piatti / Pasta con Salumi / Bucatini all'amatriciana
Bucatini all’amatriciana
Stampa questo contenuto

Bucatini all'amatriciana

Difficoltà: difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 25 minuti
I bucatini all’amatriciana sono un piatto tipico della cucina tradizionale popolare ormai noto in tutto il mondo.

Preparazione:
Fate a pezzi il guanciale riducendolo a cubetti, cuocetelo a fuoco basso in una padella antiaderente di 28 cm, e quando il grasso sarà diventato trasparente aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco secco e lasciatelo evaporare. Unite i pomodori tagliati a pezzetti e il peperoncino, se è di vostro gusto, e lasciate cuocere per 5 minuti a fuoco vivo. Nel frattempo fate lessare la pasta in abbondante acqua salata, quindi unitela al sugo insieme al pecorino grattugiato. Mescolate bene e servite. Volendo, il guanciale può essere rimosso prima di unire i pomodori e rimesso in padella prima di condire la pasta, per evitare che diventi troppo croccante e che assuma lo sgradevole aroma di bruciato.

Accorgimenti:
Se volete che i vostri bucatini alla amatriciana non prendano il sapore di guanciale bruciato, potete rimuoverlo prima di unire i pomodori per poi rimetterlo in padella prima di condire la pasta.

Idee e varianti:
Potete cimentarvi nella più classica variante dei bucatini all’amatriciana utilizzando come pasta i tonnarelli o gli spaghetti e levando il pomodoro: otterrete così la “gricia”.

Commenti:

Inviato da Gustissimo.it il 11/12/2013 alle 18:01

@Liliana: la ricetta originale non prevede la cipolla, anche se il sapore si accosta bene al piatto :)

Inviato da liliana stela georgeta il 17/11/2013 alle 03:04

ma la cipolla affetata vi siete dimenticati aggiungerla?

Inviato da Davide il 13/03/2012 alle 18:55

Ad angela, molti mettono la cipolla. I più la soffriggono con olio (abominio!). Entrambi i casi non appartengono alla ricetta originale che non la prevede.

Inviato da Davide il 13/03/2012 alle 18:52

Chi scrive queste ricette ha una predilezione per il vino bianco. La ricetta originale non lo prevede. Il guanciale va tagliato a listarelle e non a cubetti e va messo a rosolare fino a quando non avrà cacciato il suo grasso e non sarà diventato croccante. A questo punto si leva sgocciolato dalla padella e si uniscono al solo grasso i pomodori (sbollentati, privati della pelle e dei semi e tagliati a pezzetti) ed il peperoncino (ci va!). Una volta scolata la pasta la si unisce al pomodoro dove verranno aggiunti il guanciale ed il pecorino (romano naturalmente) e si mescola il tutto.

Inviato da angela il 05/01/2012 alle 10:42

io la matriciana la cucino mettendoci anche una cipolla dorata affettata finemente,copre un po' il sapore del guanciale ma è buonissima