Baccalà alla messinese

Baccalà alla messinese
Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 6 persone
Tempo: 125 minuti
Note: + 12 ore di ammollo del baccalà in acqua fredda
Introduzione
Il baccalà alla messinese è una ricetta tipica della città, famosa per la preparazione del “piscistuoccu”, ovvero lo stoccafisso.
Preparazione
Ammollate il baccalà, tenendolo a bagno per una notte.
Tritate la cipolla e il sedano. Fateli cuocere insieme ai capperi in una casseruola con qualche cucchiaio d’olio e mezzo bicchiere d’acqua. Quando l’acqua è evaporata, fate rosolare il trito mescolandolo con un mestolo di legno. Unite il passato di pomodoro e irrorate con mezzo litro d’acqua. Condite con sale, pepe e un po’ d’olio. Mescolate bene e immergetevi i filetti di baccalà, disponendoli uno accanto all’altro. Fate cuocere e fuoco lento per circa 20 minuti.

Nel frattempo sbucciate le patate e tagliatele a tocchetti. Unitele al baccalà disponendole con cura tra gli spazi vuoti lasciati dal pesce e formando uno strato a coprire completamente il baccalà.

Portate avanti la cottura per un’ora e mezza circa, senza mescolare per evitare di rompere i filetti di pesce, ma spostandoli delicatamente con un mestolo di legno per evitare che si attacchino al fondo della casseruola.
Accorgimenti
Il baccalà e lo stoccafisso si differenziano per le modalità e i tempi di essiccazione, ma possono essere preparati seguendo le stesse ricette.
Idee e varianti
Esiste una variante di baccalà alla messinese arricchita con pinoli e uva passa, ingredienti preziosi nella cucina siciliana.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?