Cerca
Sei in: Homepage / Ricette / Secondi Piatti / Pesce / Baccalà alla portoghese
Ricetta Baccalà alla portoghese
Stampa questo contenuto

Baccalà alla portoghese

Difficoltà: difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 60 minuti
Note aggiuntive: + 24 ore di ammollo del baccalà
Una ricetta appetitosa e nutriente ideale per la stagione invernale. I semi del prezzemolo, uno degli ingredienti del baccalà alla portoghese, erano considerati potenti afrodisiaci. Le foglie del prezzemolo sono ricche di sali minerali, oligoelementi e vitamine A e C. Il baccalà alla portoghese ha quindi buone proprietà diuretiche, antianemiche e depurative.

Preparazione:
Mettete il baccalà a bagno per 24 ore, deve perdere robustezza e sale. Togliete la pelle e tagliatelo a pezzi che abbiano la forma di piccoli rettangoli.
A questo punto potete tritare l’aglio e affettare le cipolle sottilmente. Prendete una padella e fatevi dorare aglio e cipolla con l’olio extravergine d’oliva. Ora potete friggere il baccalà, da tutti e due i lati per otto minuti. Ultimata la frittura, conservate il baccalà bene al caldo.

Prendete le patate e pelatele, poi tagliatele dandogli la forma di bastoncini spessi circa 1 cm. Friggete le patate nell’olio del baccalà a 150°C per 8 minuti. Per donargli fragranza e croccantezza, friggetele per altri 3 minuti a fuoco vivo.
Scaldate altro olio extravergine d’oliva in un altro tegame. Versate le uova nell’olio, dopo averle sbattute in una terrina. Cuocetele a fuoco moderato per 5 minuti e mescolate di continuo. Le uova devono rimanere soffici e meno cotte di quelle strapazzate. Tutti gli ingredienti sono ora pronti per essere offerti sulla vostra tavola: al centro le uova, intorno il baccalà con le patate condite con sale, pepe e prezzemolo.

Accorgimenti:
Se preferite cuocere il baccalà senza friggerlo, dopo averlo lavato potete metterlo in una pentola dentro acqua freddissima. Raggiunto il bollore, fatelo cuocere a fiamma media per 10 minuti circa.

Idee e varianti:
Il baccalà alla portoghese risulterà ottimo anche con l’aggiunta di altri due ingredienti: chiodi di garofano e olive nere. In questo modo avrete sulla vostra tavola una pietanza ancora più gustosa e nutriente.

Commenti:

Inviato da Gustissimo.it il 23/07/2013 alle 19:28

Grazie Ghitina!

Inviato da Ghitina il 21/04/2013 alle 13:31

Anche io faccio sempre questa ricetta e buonissima