Lavarelli al vino bianco

Ricetta Lavarelli al vino bianco
Senza Glutine
Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 50 minuti
Introduzione
La carne morbida, delicata e saporita dei lavarelli ha ispirato, nella creatività culinaria lombarda, una ricetta davvero unica. Come esaltare il sapore di un pesce d’acqua dolce così genuino e pregiato? Facendolo semplicemente cuocere nel suo stesso brodo, con erbe aromatiche e vino bianco!

Ingredienti

•4 lavarelli• Pesce •80 gr. di burro• Burro •1 cipolletta• Cipolla •1 spicchio d’aglio (facoltativo)• Aglio •1 ciuffetto di prezzemolo• Prezzemolo •½ limone• Limone •1 mazzetto di erbe aromatiche• Erbe aromatiche •200 ml. di vino bianco secco• Vino •2 bicchieri d’acqua• Acqua •Sale q.b.• Sale
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Pulite i lavarelli, privateli di teste e lische e sfilettateli.
Utilizzate gli scarti (teste e lische) per preparare un brodo, facendoli bollire, per 30 minuti circa, a fiamma dolce, insieme all’acqua, alle erbette aromatiche e all’aglio (facoltativo). Filtrate poi il brodo con un colino.
Affettate la cipolletta e soffriggetela in padella con metà dose di burro. Unite quindi i lavarelli sfilettati, il succo di mezzo limone, il vino bianco e il brodo filtrato. Aggiustate di sale e proseguite con la cottura a fiamma dolce per circa 5 minuti.
Prelevate i filetti e lasciateli al caldo. Aumentate l’intensità della fiamma così da far addensare il sughetto di cottura. Completate unendo la quantità di burro rimasta, spegnete la fiamma e aggiungete una manciata di prezzemolo. Mantecate e versate questo sughetto sui filetti di lavarello. Impiattate e servite subito.
Accorgimenti
Quella dei filetti di lavarello al vino bianco, come vedete, è una ricetta semplice nella sua realizzazione. Vi consigliamo solo di essere molto delicati nel maneggiare i filetti durante le varie fasi della preparazione, perché si tratta di un pesce dalle carni molto tenere.
Idee e varianti
Per quanto riguarda la scelta delle erbette aromatiche, la tradizione lombarda vuole che si utilizzino melissa, finocchio selvatico e timo, erbette dal sapore particolarmente delicato e adatto alla pietanza in questione. Tuttavia siete liberi di provare con altre erbette e spezie di vostro gradimento.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?