Pisarei e faso' (Pasta e fagioli)

Ricetta Pisarei e faso'
Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 90 minuti
Note: + 60 minuti di riposo della pasta
Introduzione
Ecco un piatto tipico della zona piacentina, nato nelle cucine contadine mettendo insieme farina, pangrattato, fagioli, lardo e… tanta fantasia! Ogni famiglia conserva infatti la sua versione preferita di pasta e fagioli. Qui Gustissimo vi propone la ricetta base, ma vi lascia anche qualche consiglio per provare gustose varianti.
Preparazione
Per preparare i pisarei, mescolate in un contenitore capiente la farina e il pangrattato. Aggiungete 5-6 grammi di sale e un po’ d’acqua tiepida. Iniziate ad amalgamare gli ingredienti, versando man mano altra acqua (tanto quanto basta per ottenere un composto liscio ed elastico). Ricoprite con un canovaccio pulito e lasciate riposare per circa 60 minuti in un luogo fresco e asciutto.

Trascorso questo tempo, riprendete l’impasto e, strappando un pezzettino alla volta, create prima delle palline grandi quanto un fagiolo e poi schiacciatele al centro con il pollice: sembreranno degli gnocchetti un po’ più tozzi. Disponeteli man mano su un telo pulito e lievemente infarinato.

Passate al condimento.
Fate soffriggere la cipolla affettata in poco burro e olio. Aggiungete il lardo tagliato a tocchetti sottili e poi i fagioli precedentemente lessati. Dopo una manciata di minuti, unite anche la passata di pomodoro e lasciate cuocere a fiamma dolce per almeno 30 minuti. Se necessario aggiungete un mestolino di brodo o acqua calda e salate a fine cottura.

Intanto lessate i pisarei in abbondante acqua salata. Quando affiorano in superficie, potete prelevarli e scolarli. Versateli quindi nel sugo e mantecate così da farli insaporire per bene. Servite i pisarei e faso’ caldi, con una spolverizzata di parmigiano e un filo d’olio extravergine.
Accorgimenti
Per la preparazione dei fagioli, nel caso utilizzaste quelli secchi, vi ricordiamo di lasciarli in ammollo per una notte intera. Poi lessateli, ma spegnete il fuoco a metà cottura per mantenerli ben sodi. Infatti calcolate che successivamente continueranno a cuocere con la passata di pomodoro.
Idee e varianti
Numerose le varianti per questa ricetta tradizionale. Partendo dall’impasto, potrete utilizzare del latte tiepido in sostituzione dell’acqua e arricchirlo con uno o due rossi d’uovo.
Per il condimento, oltre alla cipolla, potete ricorrere al classico soffritto con sedano e carota. Per dare poi un sapore ancora più intenso, preparate un misto di erbette e spezie aromatiche: aglio, pepe nero, salvia, rosmarino e alloro, sono sempre graditi per questi piatti rustici. Graditissima è anche la variante alla pancetta, magari con spolverizzata finale di grana.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?