Tiella barese

Ricetta Tiella barese
Senza Glutine
Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 6 persone
Tempo: 90 minuti
Note: +30 minuti di ammollo delle cozze
Introduzione
Di probabile influsso spagnolo (si pensi alla paella), la tiella è una pietanza di origine contadina, nata per sfamare l’intera famiglia con ingredienti poveri ma nutrienti, che premiassero una lunga giornata di lavoro nei campi. Col termine tiella (tieed in dialetto) si indicava in realtà il tegame utilizzato per la cottura. Col tempo è diventato il nome proprio di questa squisita preparazione, della quale esistono tante varianti, a seconda delle verdure usate e della presenza di carne o pesce. Due ingredienti però non mancano mai all’appello: riso e patate!
Qui Gustissimo vi propone la versione barese alle cozze.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Pulite e raschiate accuratamente le cozze per poi lasciarle in ammollo per almeno 30 minuti in acqua fredda. Trascorso questo tempo, mettetele in un tegame, aggiungete un filo d’olio, coprite e cuocetele a fiamma viva, fino a quando non si saranno tutte aperte. Filtrate il sughetto e tenetelo da parte. Lasciate il mollusco attaccato a una delle due valve ed eliminate l’altra.

Pelate poi le patate e affettatele mantenendo uno spessore di circa ½ centimetro. Fate lo stesso con i pomodori, privandoli dei semini. Preparate un trito di prezzemolo e aglio. Affettate anche la cipolla.
Prendete una pirofila dai bordi alti e, dopo averla lievemente unta, riempitela a strati. Iniziate con i pomodorini, sui quali disponete le fettine di cipolla cospargendole col trito di aglio e prezzemolo. Aggiungete un filo d’olio e continuate con uno strato di patate, sul quale mettete un pizzico di sale e una spolverata di pepe nero. A questo punto coprite uniformemente con il riso.
Su di esso sistemate le valve a ventaglio, col mollusco rivolto verso l’alto, in modo da poterle riempire di pecorino, aglio e prezzemolo. Ancora una manciata di pomodorini e completate con un nuovo strato di patate. Pepate e versate sopra il liquido filtrato delle cozze, possibilmente allungato con un po’ d’acqua.
Prima di mettere in forno preriscaldato, condite con un filo d’olio e coprite con un foglio d’alluminio.
Mantenete a 180°C per circa 40 minuti. Togliete il foglio d’alluminio e continuate ancora per altri 10 minuti. Servite tiepido.
Accorgimenti
Per quanto riguarda il liquido (acqua e sughetto delle cozze) da aggiungere per la cottura in forno, vi suggeriamo di non superare i 500 ml. Infatti, se durante la cottura la tiella vi sembrerà troppo asciutta, potete sempre rimediare aggiungendo un po’ d’acqua, eviterete così di ritrovarvi con una tiella brodosa. Un altro consiglio importante per la buona riuscita della pietanza è quello di stare attenti alle quantità di sale: regolatevi in base al sapore, più o meno salato, che le cozze rilasceranno nel liquido di cottura.
Idee e varianti
A Taranto la tiella contiene anche le zucchine, ma da una zona all’altra della Puglia le varianti non finiscono più: funghi, lampascioni, peperoni, formaggi, melanzane, sono comunque tutti ottimi candidati per una tiella a regola d’arte. Infine, non è insolito trovare tra gli ingredienti del pangrattato in sostituzione del riso.
Commenti
2 commenti inseriti
Inviato da Gustissimo.it il 24/07/2013 alle 15:40
Grazie! :)
Inviato da sfv il 07/05/2013 alle 17:10
buoissimo

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?