Gallo Pinto

Ricetta Gallo Pinto
Senza Glutine
Vegetariano
Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 6 persone
Tempo: 50 minuti
Introduzione
Il gallo pinto è il piatto nazionale del Nicaragua, un piatto molto semplice che di solito viene accompagnato da uova strapazzate e platani fritti. Molto spesso viene mangiato a colazione ma in generale si può gustare ad ogni pasto. La paternità del gallo pinto è motivo di contesa con il confinante Costa Rica: entrambi i paese ne rivendicano infatti l'autenticità!

Il nome poi è frutto di leggende diverse ma la più convincente e, se non altro, la più curiosa e divertente, racconta che un ricco contadino nicaraguense avesse messo all’ingrasso un gallo per offrirlo a tutto il paese senza accorgersi che aveva invitato troppa gente al banchetto e che il gallo, sebbene grosso, non sarebbe bastato. Così fece servire riso e fagioli e divenne la barzelletta del villaggio per anni. La gente rideva e si chiedeva “Te ha gustado el gallo pinto del don?” (“Ti è piaciuto il gallo colorato del signore?”). Colorato (pinto) allude al fatto che il riso bagnato con l'acqua dei fagioli rossi assume una colorazione violetta.

Pare che il piatto sia stato creato dagli schiavi africani portati sulla costa nicaraguense, che preparavano questo piatto perché non avevano altri alimenti a disposizione.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Mettete a bollire i fagioli in una pentola con un po’ d’acqua, un pizzico di sale, uno spicchio d’aglio e la foglia di alloro. Appena saranno pronti, scolateli, conservando l’acqua di cottura.

In una padella soffriggete, con poco olio, mezza cipolla e il peperoncino tagliati a listarelle. Aggiungete poi il riso e lasciatelo tostare per 5 minuti, mescolando per non farlo attaccare. Quando sarà ben dorato, aggiungete 2 litri di acqua (il doppio del peso del riso), coprite con un coperchio e lasciatelo cuocere per almeno 10 minuti.

In un'altra padella soffriggete l'altra metà di cipolla tagliata a listarelle, poi aggiungete il riso scolato e i fagioli. Mescolate bene, aggiungendo un po' d'acqua di cottura dei fagioli, e cuocete per altri 10 minuti, fino a far evaporare l’acqua.
Accorgimenti
Ricordate di mettere i fagioli a bagno nell'acqua la sera prima per farli ammorbidire.
Idee e varianti
Il risotto deve essere piuttosto asciutto. Se però preferite un gallo pinto più sugoso, aggiungete più acqua di cottura dei fagioli.
Potete servirlo accompagnato da formaggio o uova strapazzate. Nella costa caraibica, quando si aggiungono i fagioli al riso, viene aggiunto anche il latte di cocco.
Commenti
1 commento inserito
Inviato da Elena il 03/05/2013 alle 14:21
La cosa più importante è che il riso va cotto il giorno prima. Può essere semplicemente bollito (con un pizzico di sale), scolato e lasciato seccare. Dev'essere ben croccante quando si aggiunge ai fagioli.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?