Cinghiale al vino rosso

Cinghiale al vino rosso
Senza Glutine
Senza Lattosio
Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 190 minuti
Note: + 12 ore per la marinatura della carne
5.0 1
Introduzione
Una lunga marinatura con vino rosso e aromi e successivamente una lunga cottura! Ecco i segreti per preparare questo cinghiale al vino rosso, un secondo piatto davvero gustoso, profumato e da veri intenditori.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per prima cosa preparate la marinata per il cinghiale: pelate ed eliminate l’estremità di 1 carota, sbucciate 1 cipolla e sciacquate il gambo di sedano; riducete le verdure a pezzettoni e ponetele in una terrina capiente. Aggiungete nella terrina 2 foglie di alloro, 1 rametto di rosmarino, 1 spicchio d'aglio sbucciato, le bacche di ginepro, i chiodi di garofano e il pepe.

Tagliate la carne di cinghiale a tocchetti non troppo piccoli e metteteli nella terrina insieme alle verdure e agli aromi, dopodiché irrorate il tutto con 1 litro di vino rosso in modo che la carne sia interamente coperta. Coprite la terrina con la pellicola e lasciate marinare la carne per 12 ore.

Trascorso il tempo di marinatura, scolate bene la carne ed eliminate il liquido di marinatura. Pelate 1 carota, sbucciate 1 cipolla e sciacquate il sedano, dopodiché fate tutto a dadini e versate le verdure in una casseruola capiente in cui avrete fatto scaldare un filo d’olio.

Lasciate soffriggere le verdure per 6-7 minuti, dopodiché unite in cottura la carne e lasciatela sigillare per 10 minuti; bagnate con il vino rimanente e lasciate evaporare l’alcool, dopodiché unite in cottura il concentrato e la polpa di pomodoro, se necessario allungate con il brodo, aggiungete 2 foglie di alloro e aggiustate di sale.

Portate a termine la cottura per 2 ore e ½ o 3, mescolando di tanto in tanto e mantenendo la fiamma bassa e la casseruola coperta.

Servite il cinghiale al vino rosso ben caldo accompagnandolo con il sughetto di cottura.
Accorgimenti
Non utilizzate il liquido di marinatura per sfumare la carne in cottura: avrà assorbito il gusto forte di selvaggina del cinghiale.

Per questa ricetta scegliete un vino rosso corposo (e di buona qualità).

Se durante la cottura la carne dovesse asciugarsi eccessivamente, bagnatela con del brodo.
Idee e varianti
La polenta è il tipico accompagnamento per un piatto di cinghiale al vino rosso! In questo modo porterete in tavola un piatto unico completo.
Commenti
1 commento inserito
Inviato da carmine il 10/03/2016 alle 09:26
semplice, facile e gustosa. veramente buona.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?