Cinghiale in salmì

Cinghiale in salmì
Senza Glutine
Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 140 minuti
Note: + il tempo per la marinatura della carne
5.0 4
Introduzione
Ricco piatto della tradizione toscana, si caratterizza per una lunga marinatura della carne nel vino. L’aggiunta di aromi e spezie dà sapore a una ricetta perfetta per l’inverno, da preparare almeno un giorno prima.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Lavate e triturate grossolanamente una cipolla sbucciata, due spicchi di aglio, la carota pelata e i due gambi di sedano. Tagliate la polpa di cinghiale in tocchi grossi e lasciateli marinare per una notte intera in un contenitore capiente e coperto con il vino rosso, il battuto di verdure, il rosmarino, una foglia di alloro e le bacche di ginepro, in frigorifero o in un luogo fresco.

Il giorno dopo scaldate l’olio e il burro in un tegame e unite i pezzi di cinghiale scolati. Dopo che avrà preso colore, salate, pepate e versate il liquido di marinatura. Fate cuocere per un paio di ore a fiamma moderata.
Accorgimenti
Se la carne dovesse asciugarsi troppo, unite un paio di mestoli di brodo di carne o mezzo bicchiere di vino.
Per una marinatura perfetta lasciate la carne dentro il liquido fino a 24 ore.
Idee e varianti
Servite il cinghiale con dei quadrotti di polenta grigliata o con un purè di patate fresche.
Commenti
4 commenti inseriti
Inviato da Gustissimo.it il 10/02/2017 alle 14:13
Grazie per il suggerimento Lucia! :-D
Inviato da lucia il 10/02/2017 alle 13:18
anche io penso che la marinatura ammorbidisca la carne, ma una soluzione alternativa è cuocere il cinchiale alla sassetana (da Sassetta, Maremma livornese), cioè facendo prima andare in padella, senza olio, il cinghiale che perde così tutto il liquido, e la cui polpa resta così piacevolmente ed insolitamente chiara
Inviato da Gustissimo.it il 21/12/2016 alle 09:57
In questo caso, Alessio, la marinatura è parte integrante del procedimento tradizionale e, comunque, in generale aiuta ad insaporire ed intenerire la carne. Ovviamente, però, non è obbligatorio utilizzarla se non se ne apprezza il risultato :-)
Inviato da Alessio il 20/12/2016 alle 14:54
Salve..io credo che le marinature siano roba vecchia.i cinghiali che si cacciano ai nostri tempi raramente invecchiano e sono di carne non coriacea come hanno i vecchi verri. La marinatura già cuoce in parte la carne e ne stravolge il sapore per questo,personalmente la uso poco o per niente.mio modesto parere chiaramente.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?