Gulasch di cinghiale

Gulasch di cinghiale
Senza Glutine
Senza Lattosio
Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 130 minuti
Introduzione
Il gulasch, speziato e profumatissimo spezzatino ungherese, viene solitamente preparato con la carne di manzo. Tuttavia nulla vieta di sceglierne un altro tipo: la carne di cinghiale ad esempio, dal sapore ricco e corposo, si presta perfettamente per questo piatto. Per preparare il gulasch di cinghiale non servono particolari doti culinarie: armatevi solo di una buona dose di pazienza perché la cottura, lenta e a fuoco basso, richiede un po' di tempo.
Una curiosità su questo piatto: sapete da dove deriva il nome “gulasch”? Dal fatto che era in passato la pietanza tipicamente consumata al rientro dal lavoro dai “gulyàs”, i pastori ungheresi.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Disponete le cipolle su un tagliere e tagliatele a fette piuttosto sottili dopo averle sbucciate, dopodiché fatele soffriggere in un capiente tegame insieme all’olio extravergine e al burro. Quando saranno colorite, bagnatele con 1 tazzina d’acqua calda, coprite con un coperchio il tegame tenendo la fiamma molto bassa e fatele stufare finché non diventeranno belle morbide.

Nel frattempo tagliate il cinghiale a bocconcini (a dadini di circa 3-4 cm di lato) e unitelo alle cipolle quando saranno ben stufate; fatelo rosolare alzando leggermente la fiamma.

Sciogliete quindi il concentrato di pomodoro in 1 tazza di brodo caldo e versatelo sui bocconcini di cinghiale quando vedrete che saranno sigillati e coloriti su tutti i lati; insaporite con la paprica dolce e piccante, le foglie di alloro e il cumino, poi mescolate bene e aggiustate di sale e pepe e fate andare per pochi minuti a fiamma un po' più alta e senza coperchio.

A questo punto aggiungete il coriandolo fresco, coprite il tegame e lasciate cuocere il tutto a fiamma bassa per 1 oretta e ½ circa mescolando di tanto in tanto. Nel caso in cui la carne e il sughetto si dovessero asciugare eccessivamente, allungate con qualche mestolo di brodo vegetale caldo.

Quando i bocconcini saranno teneri, spegnete il fuoco e servite in tavola il vostro gulasch di cinghiale.
Accorgimenti
Quando stufate le cipolle fate attenzione che non si attacchino alla casseruola: se dovesse succedere, versate un po' di acqua bollente.

Dal momento che il gulasch, per venire bene, deve cuocersi lentamente, potete utilizzare una pentola di terracotta: questo materiale, infatti, permette di cuocere i cibi lentamente mantenendoli morbidi.

Decidete a seconda delle vostre preferenze se tirare molto il sughetto o lasciare il gulasch piuttosto brodoso!
Idee e varianti
Il gulasch si può accompagnare con delle patate (volendo potete metterle a cuocere, tagliate a cubetti, insieme al gulasch stesso una mezz'ora prima del termine della cottura) oppure con della polenta.

Un'idea originale per arricchire il vostro gulasch? Unite delle castagne (precedentemente messe in ammollo per 10- 12 ore per farle ammorbidire) un'oretta prima della fine della cottura: daranno alla carne una sfumatura di sapore molto particolare.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?