Cerca
Ricetta Pane azzimo
Stampa questo contenuto

Pane azzimo

Difficoltà: difficoltà 2
Dosi: per 0.50 kg
Tempo: 35 minuti
Note aggiuntive: + 1 ora di riposo dell’impasto

Grazie, riceverai una mail con le istruzioni per attivare il commento!
Se non ricevi il messaggio controlla anche tra la tua posta indesiderata, il messaggio potrebbe essere erroneamente considerato come spam.

Conosciuto anche come pane ebraico, il pane azzimo è ancora oggi molto apprezzato per il suo sapore schietto e intenso. Prepararlo è davvero un gioco, in poco tempo otterrete un pane semplice ma gustoso.

Preparazione:
Prendete un contenitore capiente e versatevi le due tipologie di farina dopo averle setacciate.
Sciogliete nell’acqua tiepida (circa 220 millilitri) un pizzico di sale e poi aggiungete questa soluzione alle farine. Iniziate a mescolare, e dopo un po’ incorporate l’olio. Lavorate l’impasto fino a ottenere una consistenza morbida e allo stesso tempo elastica. Coprite il contenitore con un panno pulito e umido e lasciate così riposare l’impasto per almeno un’ora.

Trascorso questo tempo riprendete l’impasto, massaggiatelo ancora qualche minuto e poi suddividetelo in diverse porzioni. Con l’aiuto di un mattarello, stendete ciascuna porzione in modo da formare un disco spesso al massimo 2 cm. Bucherellate la superficie con i rebbi della forchetta, quindi spennellatela con un po’ d’olio.

Trasferite la preparazione in forno già caldo a 220°C. Entro 15 o 20 minuti le vostre porzioni di pane azzimo saranno pronte: croccanti e dorate in superficie, ma morbide all’interno.

Accorgimenti:
Se volete ottenere delle fette di pane azzimo molto più croccanti, allora riducete o saltate del tutto i tempi di riposo dell’impasto.
Per chi tiene sotto controllo il conteggio delle calorie: la mancanza di lievito non è sinonimo di leggerezza, anzi, il pane azzimo è molto più concentrato e quindi più pesante rispetto a quello con lievito che contiene più aria.

Idee e varianti:
Potete ovviamente variare a piacere le quantità delle due tipologie di farina, a seconda delle vostre preferenze (sapore più delicato o rustico).
Il pane azzimo è davvero ottimo sia col dolce che col salato: marmellate, nutella, formaggi spalmabili, salumi vari, i suggerimenti di certo non mancano. Anche da solo può essere molto gustoso. Magari, perché no, aggiungete in superficie, dopo averlo spennellato d’olio, degli aghi di rosmarino o una spolverizzata di origano: sentirete che squisitezza in tutta semplicità!

Commenti:

Inviato da Gustissimo.it il 29/01/2014 alle 10:16

Se invece preferisci conservare l’impasto del pane azzimo, puoi avvolgerlo nella pellicola da cucina e riporlo in frigorifero anche per 5 giorni.

Inviato da Gustissimo.it il 29/01/2014 alle 10:15

Ciao Lucia! La ricetta del pane azzimo fatto in casa, come potrai notare, non è difficile, tanto che abbiamo deciso di attribuirgli un livello di difficoltà di 2 su 5. L’importante è seguire bene i passaggi ;) Come tutti i tipi di pane, anche l’azzimo può essere conservato sigillato in sacchetti per alimenti e riposto in un luogo asciutto; tuttavia alcuni suggeriscono di spruzzare le varie porzioni con pochissima acqua, di posizionarle una sopra l’altra, coprire il tutto con pellicola e conservarle per circa 3 giorni in frigorifero.

Inviato da lucia il 27/01/2014 alle 17:27

Salve, visto il costo esorbitante (3euro circa x 200gr) ed è l'unico al momento che posso mangiare... vorrei sapere se è facile da realizzare in casa e conservarlo soprattutto

Inviato da Gustissimo.it il 29/10/2013 alle 17:35

Ciao Simonetta,
il pane azzimo contiene circa 360 calorie per 100 grammi, a differenza del pane casereccio che contiene 270 calorie per 100 grammi e di quello integrale che ne contiene 230 per 100 grammi. Il pane azzimo, pertanto, non è dietetico anche se, non contenendo il lievito, è maggiormente digeribile ed evita i fastidiosi gonfiori che potrebbero derivare dall’assunzione del pane comune.

Inviato da simonetta il 25/10/2013 alle 16:11

il pane azzimo è adatto alle diete?