Cerca
Ricetta Pane azzimo
Stampa questo contenuto

Pane azzimo

Difficoltà: difficoltà 2
Dosi: per 0.50 kg
Tempo: 35 minuti
Note aggiuntive: + 1 ora di riposo dell’impasto
Conosciuto anche come pane ebraico, il pane azzimo è ancora oggi molto apprezzato per il suo sapore schietto e intenso. Prepararlo è davvero un gioco, in poco tempo otterrete un pane semplice ma gustoso.

Preparazione:
Prendete un contenitore capiente e versatevi le due tipologie di farina dopo averle setacciate.
Sciogliete nell’acqua tiepida (circa 220 millilitri) un pizzico di sale e poi aggiungete questa soluzione alle farine. Iniziate a mescolare, e dopo un po’ incorporate l’olio. Lavorate l’impasto fino a ottenere una consistenza morbida e allo stesso tempo elastica. Coprite il contenitore con un panno pulito e umido e lasciate così riposare l’impasto per almeno un’ora.

Trascorso questo tempo riprendete l’impasto, massaggiatelo ancora qualche minuto e poi suddividetelo in diverse porzioni. Con l’aiuto di un mattarello, stendete ciascuna porzione in modo da formare un disco spesso al massimo 2 cm. Bucherellate la superficie con i rebbi della forchetta, quindi spennellatela con un po’ d’olio.

Trasferite la preparazione in forno già caldo a 220°C. Entro 15 o 20 minuti le vostre porzioni di pane azzimo saranno pronte: croccanti e dorate in superficie, ma morbide all’interno.

Accorgimenti:
Se volete ottenere delle fette di pane azzimo molto più croccanti, allora riducete o saltate del tutto i tempi di riposo dell’impasto.
Per chi tiene sotto controllo il conteggio delle calorie: la mancanza di lievito non è sinonimo di leggerezza, anzi, il pane azzimo è molto più concentrato e quindi più pesante rispetto a quello con lievito che contiene più aria.

Idee e varianti:
Potete ovviamente variare a piacere le quantità delle due tipologie di farina, a seconda delle vostre preferenze (sapore più delicato o rustico).
Il pane azzimo è davvero ottimo sia col dolce che col salato: marmellate, nutella, formaggi spalmabili, salumi vari, i suggerimenti di certo non mancano. Anche da solo può essere molto gustoso. Magari, perché no, aggiungete in superficie, dopo averlo spennellato d’olio, degli aghi di rosmarino o una spolverizzata di origano: sentirete che squisitezza in tutta semplicità!

Commenti:

Inviato da Gustissimo.it il 26/05/2014 alle 09:28

Ciao Cinzia! Con le dosi indicate realizzerai mezzo chilo di pane azzimo, corrispondente a circa 10 dischi del diametro di 8 cm. Tuttavia, il numero delle forme del pane dipende dalla grandezza che desideri conferire alle stesse ;)

Inviato da Cinzia il 23/05/2014 alle 11:47

Buongiorno, desidero chiedere quante forme di pane azzimo posso ottenere con la ricetta del pane azzimo postato.
Grazie
Cinzia

Inviato da Gustissimo.it il 29/01/2014 alle 10:16

Se invece preferisci conservare l’impasto del pane azzimo, puoi avvolgerlo nella pellicola da cucina e riporlo in frigorifero anche per 5 giorni.

Inviato da Gustissimo.it il 29/01/2014 alle 10:15

Ciao Lucia! La ricetta del pane azzimo fatto in casa, come potrai notare, non è difficile, tanto che abbiamo deciso di attribuirgli un livello di difficoltà di 2 su 5. L’importante è seguire bene i passaggi ;) Come tutti i tipi di pane, anche l’azzimo può essere conservato sigillato in sacchetti per alimenti e riposto in un luogo asciutto; tuttavia alcuni suggeriscono di spruzzare le varie porzioni con pochissima acqua, di posizionarle una sopra l’altra, coprire il tutto con pellicola e conservarle per circa 3 giorni in frigorifero.

Inviato da lucia il 27/01/2014 alle 17:27

Salve, visto il costo esorbitante (3euro circa x 200gr) ed è l'unico al momento che posso mangiare... vorrei sapere se è facile da realizzare in casa e conservarlo soprattutto