Cerca
Sei in: Homepage / Scuola di Cucina / Preparazioni Base / Marmellate e Confetture / Marmellata di ciliegie
Ricetta Marmellata di ciliegie
Stampa questo contenuto

Marmellata di ciliegie

Difficoltà: difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 60 minuti
La marmellata di ciliegie è un classico. Probabilmente è la marmellata più famosa ed è anche quella più amata da grandi e piccini. Questa marmellata è ideale da fare durante i mesi estivi, anche perché è il periodo nel quale è più facile trovare ottime ciliegie. Potrete utilizzarla per tantissimi dolci e per ottime crostate. In più la ricetta è abbastanza facile e veloce, eccetto per la parte in cui dovrete togliere uno per uno ogni nocciolo.

Preparazione:
Prima di cominciare, vi regaliamo una piccola curiosità. Le ciliegie, oltre a essere squisite, hanno anche un grande effetto benefico. Secondo recenti studi dell’Università dello Stato del Michigan, questo frutto sarebbe molto utile per prevenire infarti e altre malattie cardiovascolatorie, dal momento che possiede proprietà molto simili a quelle dell’aspirina.

Tornando, invece, all’ambito culinario, per quanto riguarda la preparazione, come specificato in precedenza, è abbastanza veloce e immediata, per cui non perdete altro tempo e mettetevi al lavoro.
Innanzitutto, prendete una buona quantità di ciliegie (possibilmente mature e belle grandi) e, dopo averle lavate accuratamente, cominciate a denocciolarle una per una. È il momento più lungo e noioso di tutto il processo, quindi non innervositevi ma procedete con calma.

Successivamente, una volta terminato il lavoro, prendete le ciliegie e mettetele dentro una pentola di acciaio, aggiungendoci un po’ di zucchero, che sarà molto utile per la macerazione del composto. Lasciate il tutto a riposo per circa sei ore.

Trascorse le sei ore, mettete la pentola sul fuoco e lasciate cuocere il tutto per circa 30 minuti, senza mescolare e senza coperchio. Il tempo è, ovviamente, indicativo, quindi, a seconda dei vostri gusti, spegnete il fuoco nel momento in cui vi sembrerà che la marmellata ha raggiunto la giusta densità.

A questo punto il lavoro è quasi terminato: prendete la marmellata, mettetela nei vasetti, capovolgeteli e, dopo averli fatti riposare per qualche istante, etichettateli e conservateli in un luogo buio e fresco, consumandola dopo circa un mesetto.

Accorgimenti:
Durante la cottura, qualora si dovesse formare della schiumetta sulla vostra marmellata, potrete toglierla con l’apposito strumento (la schiumarola) e lasciare così intatto il vostro composto.
Sempre durante la cottura, per evitare di far attaccare la marmellata, potrete aggiungere un bicchiere d’acqua naturale.
Per capire, invece, quando è il momento di terminare il processo di cottura, esiste un ottimo metodo empirico. Prendete un piatto bianco e lasciate cadere sopra una goccia della vostra marmellata di ciliegie: se la goccia sarà densa vorrà dire che la marmellatà sarà perfetta per essere messa nei vasetti.

Idee e varianti:
Piccolo suggerimento per chi non avesse tempo o dimestichezza con i fornelli: se siete di fretta ma non volete rinunciare al gusto della marmellata di ciliegie, potrete aiutarvi con la pectina, un ottimo addensante che, se aggiunto prima della cottura, farà solidificare la vostra marmellata in pochi minuti.

Commenti:

Inviato da Gustissimo.it il 23/07/2012 alle 11:53

@tutti frutti: i vasetti si capovolgono per sigillarli. La marmellata calda, infatti, aiuta questo processo. È solo un accorgimento in più per la sterilizzazione e per creare il sottovuoto.

Inviato da Calogero il 22/07/2012 alle 19:54

E se sostituissi (o diminuissi) lo zucchero con la stevia e/o il fruttosio?

Inviato da tutti frutti il 17/07/2012 alle 15:51

non mi è chiaro il motivo del capovolgimento dei vasetti post riempimento.
Io faccio bollire vasetti e tappi contemporaneamente alla marmellata poi invaso subito a caldo, avvito il tappo ed aspetto che lo stesso faccia clic.
Metto in dispensa e posso consumare anche dopo 12 mesi. Pericolo botulino?
Seguo questo procedimento da anni.

Inviato da Gustissimo.it il 31/05/2012 alle 17:28

Ciao Donatella,
probabilmente sì, hai lasciato la marmellata sul fuoco per troppo tempo. Molto dipende infatti dal tipo di fuoco: i fornelli non sono tutti uguali e magari la fiamma che hai usato è troppo alta. Prova ad abbassarla o a usare un fornello più piccolo.

Inviato da DONATELLA LEANDRINI il 31/05/2012 alle 10:32

Volevo sapere dove ho sbagliato nella preparazione della marmellata perche mi è venuta troppo dura , non è per niente morbida . Forse è stata troppo sul fuoco? Gradirei , se possibile, una risposta. Grazie