Cerca
Ricetta Marmellata di zucca
Stampa questo contenuto

Marmellata di zucca

Difficoltà: difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 180 minuti
Note aggiuntive: + 12 ore per la macerazione della zucca
La marmellata di zucca è una delle marmellate più duttili che possiate preparare. Oltre a poterla utilizzare per crostate, torte salate o qualsiasi altro dolce, potrete infatti usarla per accompagnare formaggi (ideale con quelli particolarmente stagionati), salumi o anche con alcuni risotti. Insomma, una marmellata molto duttile, fantastica sia con il dolce, sia con il salato.

Preparazione:
Per prima cosa, prendete la zucca, togliete la scorza e cominciate a tagliare a pezzi abbastanza grossi la polpa che trovate all’interno. Una volta tagliata la polpa, mettetela dentro una pentola capiente di acciaio, aggiungendo dello zucchero. Lasciate il tutto per circa 12 ore, in modo tale da far sì che il composto maceri a dovere. È consigliabile fare questa operazione la sera, così da lasciare la polpa a macerare per tutta la notte.

La mattina seguente, terminato il processo, mettete la pentola sul fuoco – lasciatela per circa un’ora – e aggiungete tutti gli altri ingredienti: un po’ di succo di limone e la sua scorza, la cannella, un pizzico di noce moscata e un bicchierino di liquore di amaretto (tipo Disaronno).

Terminata la cottura, mettete la marmellata dentro i barattoli e capovolgeteli. Successivamente immergeteli in una pentola con acqua fredda e portate a ebollizione (20-25 minuti circa), in modo da sigillare ermeticamente i barattoli.
Asciugateli e metteteli in un luogo buio e fresco, in modo da conservare a lungo la vostra marmellata.

Accorgimenti:
Il liquore serve per dare più gusto alla marmellata. Non è indispensabile, perciò potrete anche non metterlo; in ogni caso, il sapore dell’alcool non si sentirà a cottura terminata.
Un altro consiglio molto utile è quello di utilizzare una retina spargi fiamma durante la cottura della marmellata. Questo accorgimento servirà soprattutto ai più “distratti” o ai più frettolosi che, in mancanza della retina, rischierebbero di far attaccare la propria marmellata. Con questo metodo, invece, ovvierete a questo spiacevole inconveniente. Un altro segreto è mantenere bassa la fiamma sempre durante la cottura. La fretta, in cucina, non è mai una buona compagna.
Per ottenere una marmellata eccellente, infine, è preferibile utilizzare zucche fresche, di stagione e soprattutto mature, che contengano tanta polpa gialla e soda. La polpa ricopre un ruolo importantissimo e, senza una buona polpa, non potrà mai venire una gustosa marmellata.

Idee e varianti:
La marmellata di zucca può essere realizzata, in alternativa al liquore di amaretto, con una manciata di amaretti. Come? Molto semplice. Basta prendere un po’ di amaretti, sbriciolarli – a mano oppure frullarli con un mixer – e aggiungerli durante la cottura al composto descritto nella sezione sopra. Se, invece, siete di fretta ma non volete rinunciare al gusto della marmellata di zucca potrete aiutarvi con la pectina, un ottimo addensante che, se aggiunto prima della cottura, farà solidificare la vostra marmellata in pochi minuti.

Commenti:

Inviato da Gustissimo.it il 17/11/2014 alle 10:03

Ciao Roberta! La fase di macerazione è caldamente consigliata, poiché conferirà alla marmellata di zucca un sapore più dolce. Saltarla è un rischio. Tuttavia dipende dal sapore che si vuol conferire alla propria confettura. Ci scusiamo se non abbiamo risposto subito, ma abbiamo preso visione del commento proprio ora. Come è venuta la tua preparazione?

Inviato da roberta il 15/11/2014 alle 15:21

Ma se la marmellata mi servisse subito, potrei saltare la fase della macerazione di 12 ore? Rispondete subito o procedo ugualmente ciao

Inviato da Ambra il 02/10/2014 alle 16:29

E' buonissima,io ho usato la zucca cocomera e forse per la diversa consistenza della polpa l'ho fatta bollire 4 ore

Inviato da Antonella il 26/09/2013 alle 21:59

Buonissima con il formaggio