Olio al tartufo

Olio al tartufo
Senza Glutine
Vegetariano
Difficoltà:
difficoltà 1
Dosi: per 0.50 litri
Tempo: 20 minuti
Note: + 15 giorni di riposo dell'olio
Introduzione
Il tartufo è uno degli alimenti più pregiati che esistano (soprattutto quello bianco, il più raro). Per avere sempre a portata di mano il sapore inconfondibile di questo profumatissimo fungo, non c'è niente di meglio che prepararsi un buon olio aromatizzato: vi servirà una bottiglia di vetro per contenere l'olio, una piccola spazzola per pulire il tubero, l'affetta tartufo per ridurlo in scagliette... e un po' di pazienza! L'olio va infatti lasciato riposare per 2 settimane circa prima di essere utilizzato, in modo che si insaporisca per bene. Una volta pronto, potrete aromatizzare e insaporire primi, secondi o insalate!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per prima cosa pulite il tartufo: sfregatelo con delicatezza con un canovaccio leggermente umido, poi con una piccola spazzola, in modo da eliminare i residui terrosi. A questo punto, utilizzando l’apposito attrezzo, ricavate le scagliette.

Ponete le scaglie di tartufo in una bottiglia di vetro e versatevi l'olio extravergine d'oliva, poi chiudete la bottiglia.

Conservatela in un luogo asciutto e al riparo dalla luce per circa 15 giorni, in modo che l'olio si insaporisca bene.

Trascorso questo lasso di tempo, potete finalmente usare l'olio al tartufo per condire e insaporire i vostri piatti!
Accorgimenti
Utilizzate un olio extravergine d'oliva di prima qualità.

Il tartufo ideale per preparare quest'olio è quello nero, perché più comune e meno costoso; scegliere il tartufo bianco, raro e pregiato, per una preparazione di questo tipo, sarebbe proprio uno spreco.

Quando maneggiate il tartufo per pulirlo e affettarlo, fatelo con molta delicatezza per evitare di rovinarlo. Acquistatene 1 o 2 a seconda delle dimensioni.
Idee e varianti
L'olio al tartufo si può utilizzare in tantissimi modi differenti: sulle bruschette, per condire la pasta, per cucinare le uova, per dare un sapore particolare a risotti, zuppe, insalate, pizze o, ancora, per aromatizzare un secondo di carne.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?