Gravidanza: carboidrati sì, ma con moderazione!

Gravidanza: carboidrati sì, ma con moderazione!
L’alimentazione è un fattore particolarmente importante per il buon funzionamento del nostro organismo e, in quanto tale, deve essere ben dosata a seconda delle esigenze individuali, così come per le varie fasi della vita; la gravidanza non fa certo eccezione, anzi. Nei nove mesi di gestazione, la donna è sottoposta a diversi cambiamenti che devono essere controllati soprattutto tramite l’alimentazione, così da poter garantire il migliore sviluppo della gravidanza e del feto.

Cosa sono i carboidrati
I carboidrati, o zuccheri, fanno parte di principi nutritivi di base che non possono mancare nella nostra dieta quotidiana; tassello fondamentale della nutrizione, i carboidrati sono presenti in una grandissima varietà di prodotti naturali e hanno la proprietà di garantire una grande fonte energetica per l’organismo.
Questa vasta categoria di nutrienti si suddivide in due grandi categorie, quella dei carboidrati semplici e dei complessi; la prima si contraddistingue per la presenza di glucosio, fruttosio e saccarosio soprattutto negli alimenti dal sapore dolce, ad esempio la frutta, mentre la seconda per l’alto tasso di amido in certi prodotti, quali le patate, la pasta e il pane.

Come consumarli
Per capire come bisogna consumare i carboidrati è necessario sapere il modo in cui essi agiscono nell’organismo.
I carboidrati semplici vengono assimilati molto velocemente senza richiedere una vera e propria digestione, oltre ad entrare in circolo rapidamente facendo alzare repentinamente la glicemia (nonché il glucosio presente nel sangue).
I carboidrati complessi richiedono delle tempistiche di digestione più lunghe, in quanto devono essere scomposti nei loro costituenti fondamentali prima di essere assimilati dall’organismo.

I carboidrati in gravidanza
Elementi necessari per la nutrizione quotidiana in ogni fascia d’età, i carboidrati devono essere consumati anche in gravidanza, pur riconsiderandone le quantità.
Durante i nove mesi di gestazione sono particolarmente consigliati i carboidrati complessi soprattutto per le tempistiche più lente della digestione, che sottopongono il metabolismo e gli organi digestivi a un minore stress. È dunque consigliabile dare più importanza a quelli contenenti l’amido: pane, cereali e anche pasta; per quanto riguarda quest’ultima, è sempre meglio consumarla tendenzialmente al dente piuttosto che troppo cotta, così da poter acquisire più amido.

Di particolare importanza anche i carboidrati integrali e i cereali che, essendo ricchi di fibre, non devono proprio mancare sulla tavola della donna incinta; i benefici di questi ultimi garantiscono la giusta quantità di glicemia del sangue e rendono molto più piacevole la digestione, rendendola anche in questo caso più lenta.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?