Coltivare il basilico in balcone: istruzioni e consigli

Coltivare il basilico in balcone: istruzioni e consigli
Filtra contenuti simili
Il basilico è uno di quegli ingredienti che non deve mai mancare in cucina: ottimo per aromatizzare e insaporire numerosi piatti, ma anche per la preparazione del tanto apprezzato pesto alla genovese con le sue mille varianti.
Il modo migliore per averlo sempre fresco e a disposizione è coltivarlo in casa. Non è necessario avere un giardino o un appezzamento di terreno, né essere dei giardinieri provetti. Sono sufficienti un vaso capiente e un terrazzino o un davanzale ben soleggiato. Questo è tutto!
Il periodo ideale per la semina sarebbe la primavera ma si può piantare anche durante i mesi invernali, avendo cura di lasciare il vaso dentro casa e in un punto abbastanza luminoso.

La semina
In un vaso di terracotta dalle dimensioni medie, distribuite del terriccio universale in modo uniforme. Cospargete la terra con i semi di basilico, quindi copriteli con un altro strato di terriccio dello spessore di qualche centimetro e innaffiate. Nel giro di una settimana vedrete che le vostre piantine cominceranno a fare capolino da sotto il terriccio.
Non preoccupatevi se le temperature non sono ancora elevatissime, bastano 15-20 gradi e un’umidità costante per far germogliare i vostri semi.

La crescita
Quando le vostre piantine raggiungeranno l’altezza di 5-6 centimetri, è necessario distanziarle nel vaso in modo che abbiano più spazio e più aria per crescere. Fate attenzione però a non spezzare le radici, in questa fase sono molto delicate.
Durante la crescita, le piantine devono essere annaffiate con costanza: assicuratevi che la terra sia sempre umida ma senza ristagno d’acqua, potrebbero formarsi delle muffe.

Il raccolto
Quando il basilico raggiunge i 20-25 centimetri, è giunto il momento di cimarlo. Tagliate (con le mani o con le forbici) le punte di tutte le piantine, presto saranno visibilmente più fitte ed eviterete la fioritura, che conferisce alle foglie un sapore amaro ed elimina quel caratteristico aroma intenso. Ripetete l’operazione man mano che il vostro basilico cresce.
Cercate di cogliere sempre le foglie più grandi e più vecchie in modo che quelle più piccole possano svilupparsi al meglio.

Curiosità e consigli utili
La semina andrebbe fatta sempre durante la luna calante e durante questa fase i vasetti non devono essere esposti al sole diretto ma in una zona semi-ombreggiata.

Nel caso in cui le vostre piantine si ammalino, non ricorrete ai prodotti chimici poiché potrebbero essere molto dannosi per la vostra salute. Sono pur sempre piante alimentari.

Per evitare che le lumache mangino le foglie del basilico, è utile mettere il vaso vicino a una piantina di pomodori, se l’avete. Contro i bruchi e le afidi, invece, si può piantare dell’aglio, un ottimo repellente naturale.

A fine stagione, dopo che avrete fatto il pieno di pesto e insalata caprese, è possibile conservare le foglie di basilico sott’olio o nel congelatore.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?