Frutta e verdura di luglio

Frutta e verdura di luglio
Filtra contenuti simili
La frutta e la verdura di luglio sono ottime alleate per combattere il caldo, grazie al potere dissetante e idratante.

La frutta di stagione non solo è più economica, fresca e saporita, è anche trattata con meno fitofarmaci. Luglio in particolare offre una vastissima scelta di cibi abbronzanti e depurativi per fare il pieno di vitamine e anche tantissime erbe aromatiche.
La verdura e le erbe aromatiche di luglio:
- Aglio
- Asparagi
- Basilico
- Cetrioli
- Cicoria
- Cipolle
- Finocchi
- Fagiolini
- Fave
- Melanzane
- Pomodori
- Rape
- Crescione
- Lattuga
- Cetrioli
- Ravanelli
- Fiori di zucca
- Maggiorana
- Melanzane
- Menta
- Origano
- Patate
- Peperoni
- Piselli
- Porro Rosmarino
- Rucola
- Salvia
- Scarola
- Timo
- Zucca
- Zucchine
La frutta di luglio:
- Fichi
- Anguria
- Melone
- Pesche
- Prugne e susine
- Albicocche
- Frutti di bosco (fragoline, mirtilli, lamponi, more, ribes)
- Banane
- Limoni
- Amarene
- Giuggiole
Sapevate che…
Pochi sanno che esistono più di 150 varietà di fichi e, sempre pochi, sono coloro che sanno che, quello che noi crediamo sia il frutto, in realtà è solo un fiore avvolto su se stesso. Il vero frutto è formato dai tanti semini contenuti all’interno del fico.
I fichi freschi forniscono al nostro organismo cica 50 chilocalorie ogni 100 grammi, per cui il loro apporto calorico non supera di molto quello di altri frutti freschi, nonostante si creda siano eccessivamente calorici. Sono ricchissimi di fibre, al pari di prugne e kiwi, ricchi di zuccheri, vitamine e sali minerali sono una buona fonte di energia subito spendibile. Sono ottimi per le ossa essendo colmi di calcio e contengono anche antiossidanti naturali, i polifenoli che mantengono giovani le cellule e prevengono i tumori; inoltre prevengono la pressione alta e aiutano il sistema immunitario.
Secondo la medicina popolare, il latte che fuoriesce dalle foglie dei fichi è in grado di curare ed eliminare le verruche. Oggi, invece, più che per i trattamenti dermatologici, il latte di fico viene impiegato per la produzione del caglio vegetale.

Luglio è anche il mese dei fiori di zucca, una delizia culinaria da preparare in svariati modi, crudi contengono pochissimi grassi saturi e sodio, sono composti dal 90% di acqua e sono una buona fonte di vitamina A, C, B1, B2, B3, B9, ferro, calcio magnesio, fosforo e potassio.
È consigliabile mangiarli lo stesso giorno in cui vengono raccolti, perché tendono a sciuparsi molto facilmente. Ottimo alimento per i bambini in quanto contiene molto calcio e fosforo. Inoltre stimolano la formazione di enzimi riparatori e anticancerogeni, favoriscono la formazione di globuli bianchi, difendono l'organismo dalle infezioni, proteggono da cataratta e retinopatia diabetica.

Il basilico non è solo l’ingrediente base del pesto alla genovese, ma è anche un ottimo rimedio contro diverse patologie. Il suo succo concentrato è in grado di alleviare i dolori dell’artrite e di ridurre le dimensioni delle articolazioni ingrossate. Se consumato crudo, aiuta a combattere il raffreddore e le malattie della pelle. Il basilico favorisce l’appetito e la digestione, allevia gli stati d’ansia e quelli nervosi, contrasta l’insonnia, l’asma, la bronchite e la tosse. Infine, stimola la produzione di latte materno.

I piselli sono una ricca fonte di vitamine, fibre, proteine e carboidrati. La vitamina C, per esempio, contribuisce a rafforzare le difese immunitarie, l’acido folico, insieme alla vitamina B6, abbassano il livello di “colesterolo cattivo” (LDL), proteggendo, quindi, cuore e vasi sanguigni. La clorofilla presente nei piselli stimola la produzione dei globuli rossi e rafforza il sistema immunitario.
I piselli, così come le fave, possono essere tranquillamente consumati da chi soffre di meteorismo e colite poiché non contribuiscono alla formazione di gas intestinale.

Frutto tipico del sottobosco, il mirtillo si distingue in tre diverse specie: mirtillo nero, rosso e blu. Il mirtillo nero è quello che tra tutti ha il maggior numero di effetti benefici sul nostro organismo. Il suo colore è dovuto all’elevata presenza di antociani che, grazie al loro potere antiossidante, sono in grado di difenderci dai radicali liberi e dai raggi ultravioletti. L’acido citrico, insieme all’acido idrocinnamico e alla vitamina B9, aiutano invece a rendere i capillari più forti ed elastici.

Il mirtillo è indicato per i disturbi intestinali (riduce la flatulenza e combatte la diarrea), del fegato e della circolazione sanguigna, ma anche per i problemi legati alla vista (riduce l’affaticamento visivo e migliora la capacità di vedere in condizioni di scarsa luminosità). Se consumato regolarmente, stimola la produzione di HDL, il “colesterolo buono”, che contrasta l’azione del LDL, “colesterolo cattivo”.

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?