Crema di limoncello

Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 45 minuti
Note: +6 giorni di macerazione delle scorze di limone e 1 mese di riposo del limoncello
5.0 5
Introduzione
Irresistibile rivisitazione del classico limoncello campano, la crema di limoncello è una squisita crema liquorosa al profumo di limone che si prepara tradizionalmente, secondo la ricetta napoletana classica, mettendo sia la panna che il latte.
Qui invece ve la presentiamo nella versione solo con il latte, senza panna: si tratta di una variante tipica sarda. La ricetta sarda della crema di limoncello, infatti, generalmente si fa solo con il latte: rispetto alla crema originale, questa risulta un po' più leggera.
Provate a prepararla in casa: ci vuole solo un po' di tempo, ma il procedimento in sé non ha nulla di particolarmente difficile. Procuratevi dei buoni limoni biologici e dell'alcol alimentare e mettetevi al lavoro seguendo la nostra ricetta: dopo una paziente attesa avrete la soddisfazione di servire agli amici un'ottima crema al limoncello fatta con le vostre mani, per concludere in allegria una bella cenetta!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per preparare la crema di limoncello, dovrete effettuare una prima e lunga operazione preliminare: la macerazione delle bucce dei limoni biologici nell'alcol.
Di conseguenza, dopo aver lavato e asciugato bene i limoni, tagliatene le bucce a listarelle, con l'aiuto di un pelapatate. Quando ricavate le varie striscioline di scorza, fate attenzione a non tirare via anche la parte bianca che sta sotto la buccia: è amarognola e non serve, servono solo le bucce esterne gialle.

Versate quindi l'alcol in un grande barattolo dotato di chiusura ermetica: mettetevi le bucce di limone in ammollo, chiudete il barattolo, riponetelo in un luogo buio e asciutto e fate passare almeno 6 giorni.

A macerazione completata, passate all'esecuzione della ricetta vera e propria. Come prima cosa filtrate l'alcol in cui avete messo a macerare le bucce di limone: in questo modo otterrete l'alcol aromatizzato al limone che vi servirà successivamente per preparare la crema di limoncello. Tenetelo quindi da parte.

Ora versate il latte in una pentola e mettetelo a scaldare. Quando sarà abbastanza caldo, abbassate il fuoco e aggiungete molto lentamente lo zucchero, mescolando con un cucchiaio e facendo sciogliere lo zucchero con cura, in modo da creare uno sciroppo dalla consistenza densa e corposa.

Una volta aggiunto e fatto sciogliere bene tutto lo zucchero, spegnete il fuoco e fate raffreddare lo sciroppo ottenuto.

Quando lo sciroppo di latte e zucchero si sarà completamente raffreddato, unitevi l'alcol aromatizzato al limone che avete prima filtrato dalle bucce e che avete tenuto da parte.

Mescolate con cura: otterrete un composto dalla consistenza cremosa che dovrete filtrare.

Una volta filtrata, la vostra crema di limoncello è finalmente pronta da imbottigliare: per travasarla nella bottiglia (oppure in tante bottiglie piccole) aiutatevi con un imbuto. Chiudete bene le bottiglie con il loro tappo (potete anche usare delle bottiglie con chiusura ermetica).

Dopo che l'avrete versata nelle bottiglie, purtroppo non potete ancora gustare la crema: dovete lasciarla affinare in frigorifero per circa 1 mese, prima di consumarla.
Accorgimenti
Per ottenere una buona crema di limoncello senza panna, è indispensabile usare degli ottimi limoni non trattati (sceglietene una buona varietà: ad esempio, i limoni di Amalfi andrebbero benissimo). Il latte, invece, dev'essere fresco e preferibilmente intero.

Per quanto riguarda il procedimento, la ricetta della crema di limoncello non è difficile, ma è abbastanza lunga. Oltre alla macerazione di sei giorni delle bucce di limone nell'alcol, come abbiamo visto alla fine della preparazione la crema dev'essere affinata e conservata in frigorifero per un mese, prima di poter essere consumata: durante questo lasso è bene ricordarsi di scuoterla di tanto in tanto per evitare che l'alcol si separi dalla crema.
Idee e varianti
Se volete ottenere una crema di limoncello più leggera e meno alcolica, diminuite la quantità dell'alcol alimentare. Inoltre, potete anche profumare la vostra crema con una stecca di vaniglia, se lo gradite: dovrete inciderla nel senso della lunghezza e riporla dentro il barattolo insieme all'alcol e alle scorze di limone.

Sono tante le occasioni durante le quali si può gustare questa deliziosa crema liquorosa: anzitutto, è ottima da servire come digestivo al termina di una cena o di un pranzo abbondanti. Questo è l'impiego principale della crema di limoncello, quello che tutti conosciamo e apprezziamo. Ma si può sfruttare anche in altri modi, soprattutto in pasticceria: ad esempio può servire per profumare in modo particolare una crema da usare per farcire torte o dolci vari oppure per completare e decorare gelati, tortini e granatine! Inoltre, una buona crema di limoncello fatta in casa può diventare un ottimo regalino per amici e parenti: basta versarla in bottigliette carine, da confezionare in piccole buste di plastica trasparente chiuse con nastri colorati.

Preparare la crema di limoncello con la ricetta sarda significa, come abbiamo visto, unire solo il latte e non la panna: se invece volete seguire la ricetta classica campana, vi servirà anche la panna (che va messa nella stessa quantità del latte). Invece, utilizzando solo l'acqua (niente latte, né panna) otterrete naturalmente il classico e inimitabile limoncello!
Commenti
5 commenti inseriti
Inviato da Gustissimo.it il 06/11/2018 alle 09:01
Ciao Andrea :-)
Grazie per il tuo suggerimento. Provvederemo senza dubbio a pubblicare la versione della ricetta che ci hai proposto. Intanto, se vuoi realizzare una crema alla menta puoi sostituire i limoni con 50 foglie di menta e lasciarle macerare per circa 10 giorni; poi puoi seguire lo stesso procedimento del limoncello.
Facci sapere come ti è venuto :-)
Inviato da andrea il 05/11/2018 alle 12:40
potreste fare una ricetta come questa alla crema di limoncello ma al posto di usare dei limoni la menta? sarebbe fantastico.
grazie mille
Inviato da Gustissimo.it il 24/11/2015 alle 17:42
Ciao Carla, grazie per il suggerimento! Verràà sicuramente squisita :-)
Inviato da Carla il 23/11/2015 alle 18:47
Se aggiungete anche della vanillina sarà più buono e delicato
Inviato da giuseppina paesano il 10/02/2014 alle 08:36
Non è una rivisitazione del limoncello campano visto che mia nonna lo faceva sin da quando ero bambina!! E' una ricetta campana anche questa!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?