Baklava turca

Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 80 minuti

Troverete qui le ricette per cucinare, a casa vostra, alcuni piatti tipici turchi:

Introduzione
Il baklava turco è il tipico dolcetto che fa bella mostra di sé nelle vetrine della maggior parte delle rosticcerie di kebab.
Si tratta di quei piccoli dolcetti rettangolari a base di vari strati di pasta fillo spennellati di burro fuso, conditi con frutta secca e intrisi di miele: una vera bomba calorica!
Dolcissimo e molto nutriente, il baklava è perfetto da sgranocchiare insieme ad un caffè nero o ad una buona tazza di tè: provatelo per una merenda etnica con le amiche o per una colazione diversa dal solito. Alcuni lo considerano un po' troppo "carico" e soprattutto troppo dolce, ma se non lo avete mai assaggiato vi consigliamo di provarlo: potrebbe piacervi!
Dalla Turchia questi dolcetti si sono poi diffusi anche in vari altri Paesi del Medio Oriente e dei Balcani, ma quella che potete leggere di seguito è la ricetta turca originale del baklava. La preparazione non è così difficile come si potrebbe immaginare e temere nel guardare questo dolce che sembra così ricco, complesso e stratificato. Usando la pasta fillo già pronta, la procedura diventa molto più semplice e veloce.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Iniziate a mettervi al lavoro per preparare il baklava turco facendo sciogliere il burro in un pentolino. Una volta spento il fuoco, mettete da parte a raffreddare il burro.

Nel frattempo preparate la frutta secca: tritate finemente sia i pistacchi che le mandorle, dopodiché mischiateli insieme. Unitevi quindi anche 50 grammi di zucchero e un cucchiaino di cannella e mescolate bene il tutto.

Ora imburrate la placca del forno (in alternativa, se non volete imburrarla, potete rivestirla con della carta forno) e adagiatevi una sfoglia di pasta fillo.

Aiutandovi con un pennello da cucina, spennellate uniformemente la pasta fillo con il burro fuso: ponete quindi sopra il burro un'altra sfoglia di pasta e spennellate anch'essa con del burro fuso. Ripetete quest'operazione 1 o 2 altre volte, in modo da utilizzare in tutto 3 o 4 sfoglie di pasta.

A questo punto ricoprite l'ultima sfoglia con metà del ripieno di frutta secca, zucchero e cannella e disponetevi sopra altre 3-4 sfoglie di pasta fillo, sempre spennellando ciascuna sfoglia con il burro. Mettete sopra l'ultima sfoglia il ripieno rimasto e terminate con altre 3-4 sfoglie di pasta fillo (ancora una volta dovrete spennellarle tutte con il burro).

Ora il vostro baklava turco è perfettamente assemblato: potete cuocerlo nel forno preriscaldato a 160°C, per circa 25-30 minuti. Trascorso questo lasso di tempo, alzate la temperatura del forno a 200°C e proseguite la cottura per altri 10 minuti circa.

Nel frattempo, mentre il baklava è in forno, preparate lo sciroppo che vi servirà successivamente (dovrete cospargerlo sul dolce). Versate in una piccola casseruola una tazza d'acqua: unitevi la quantità restante di zucchero, un cucchiaio di succo di limone e il miele. Mettete il tutto sul fuoco e portate ad ebollizione: quando il composto inizia a bollire, abbassate un po' la fiamma e continuate a cuocere mescolando bene con un cucchiaio di legno, finché l'insieme non avrà raggiunto la consistenza densa tipica di uno sciroppo.
Lasciate quindi raffreddare in frigo lo sciroppo ottenuto.

Quando avrete tolto il dolce dal forno, bagnatelo con lo sciroppo, cospargendolo uniformemente: ora il vostro baklava turco è pronto da servire!
Accorgimenti
Per la pasta fillo potete regolarvi a seconda delle vostre esigenza preparandola in casa (se avete voglia e tempo di farla: qui trovate la ricetta) oppure comprando quella già pronta, nel caso non abbiate molto tempo e vogliate velocizzare il più possibile la preparazione del vostro baklava.

Prima di infornare la teglia, consigliamo di tagliare già la sfoglia in rettangolini: in questo modo sarà più semplice, una volta pronto, dividere il baklava turco in porzioni.
Idee e varianti
Il baklava turco è ottimo da gustare in abbinamento ad un buon tè: sono particolarmente indicati i tè neri aromatici (come quello ai chiodi di garofano).

Come abbiamo visto, oltre che in Turchia il baklava è diffuso anche in tanti altri Paesi, fra cui l'Albania e la Grecia. La ricetta albanese e quella greca si differenziano per alcuni piccoli aspetti relativi soprattutto alla scelta degli ingredienti. Se la ricetta del baklava turco prevede tipicamente l'utilizzo sia dei pistacchi che delle mandorle, il baklava greco si prepara invece con le noci al posto dei pistacchi. Anche nel baklava albanese generalmente non si trovano i pistacchi: si usano solo le noci oppure le noci insieme alle mandorle.

Inoltre, da paese a paese la varie ricette possono presentare modifiche anche rispetto al numero di strati che compongono il baklava e alla forma da dare ai dolcetti. C'è infatti chi preferisce ottenere baklava più sottili (alternando quindi pochi strati di pasta fillo) e chi invece prepara dei dolcetti più spessi, facendo vari strati e utilizzando una maggiore quantità di pasta fillo. Per quanto riguarda la forma, il baklava può essere tagliato a quadratini, rettangolini o triangolini: l'importante è che si tratti di porzioni piccole, perché si tratta di un dolce molto ricco di calorie che in genere viene consumato in piccole quantità.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?