Brasato di manzo

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 120 minuti

Prova alcune delle nostre ricette per preparare il brasato:

Introduzione
In questa ricetta tratteremo un classico tra i secondi di carne, un piatto speciale adatto a tante occasioni conviviali: stiamo parlando del brasato di manzo! Relativamente semplice da preparare (anche se richiede tempi lunghi di cottura), il brasato di manzo al vino rosso è un piatto corposo e succulento, un vero must per gli amanti della carne.
Come abbiamo detto la ricetta non è particolarmente difficile, anche se bisogna conoscere qualche trucco, scegliere la carne giusta e soprattutto cuocere il tutto lentamente, abbinando aromi e verdure varie: solo così otterrete un gusto davvero insuperabile e irresistibile, provare per credere!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per preparare il brasato di manzo iniziate dalla pulizia delle verdure: pelate le carote, pulite il gambo di sedano e sbucciate la cipolla. Tagliate quindi tutto a tocchetti.

Versate un po' d'olio in una pentola e lasciatelo scaldare. Adagiatevi sopra il pezzo di carne di manzo e fatelo rosolare bene da ogni lato (vi occorreranno circa 10 minuti).

A questo punto bagnatelo col vino rosso e aspettate che l'alcol evapori. Aggiungete quindi le verdure tagliate a tocchetti: salate, pepate, unite anche la passata di pomodoro e delle spezie a piacere. Coprite la pentola, abbassate la fiamma al minimo e lasciate cuocere il vostro brasato per circa 1 ora e mezza, 2 ore. Controllate e girate il pezzo di manzo di tanto in tanto.

Una volta pronta, prelevate la carne dal suo fondo di cottura: aspettate che si raffreddi, dopodiché tagliatela a fette piuttosto sottili.

Trasferite il sugo di cottura nel frullatore e frullatelo, in modo da ottenere una salsa densa e omogenea. Poco prima di servire il piatto, riversate questa salsa in padella, aggiungendo, se necessario, ancora un po' di spezie e un filo d'olio. Adagiate quindi anche le fettine di manzo nella salsa, in modo da farle scaldare e insaporire.
Servite il vostro brasato di manzo ancora caldo!
Accorgimenti
Fra i tagli di carne più adatti per questa ricetta segnaliamo il cappello del prete, lo scamone e la sottofesa.

Per mantenere meglio il pezzo di carne durante la cottura, può essere utile legarlo con dello spago da cucina, che naturalmente andrà eliminato prima di tagliare il brasato a fette.

Se il fondo di cottura dovesse asciugarsi troppo, aggiungete pure un po' di brodo caldo o semplicemente di acqua. Infine ricordate sempre che un buon brasato di manzo deve cuocere molto lentamente e a fiamma bassa!
Idee e varianti
Se preferite, potete lasciare le verdure a tocchetti, senza frullarle.

La ricetta del brasato di manzo lascia un certo margine di libertà personale per quanto riguarda la scelta di spezie ed erbette aromatiche. Noi vi consigliamo sicuramente timo, rosmarino e salvia, ma potete provare anche con zenzero, alloro, chiodi di garofano e ginepro!

Suggeriamo di accompagnare il vostro brasato di manzo con delle patate arrosto, del purè di patate o altre verdure a piacere. Oppure con della polenta: in effetti il brasato si abbina bene con tanti contorni diversi. E non fatevi mancare un bicchiere di un buon vino rosso da tavola!

Naturalmente la scelta di un buon vino è importante anche per la preparazione del piatto stesso: per ottenere un ottimo brasato di manzo è importante scegliere un vino rosso di prima qualità. Per seguire la ricetta piemontese più classica, preparate un bel brasato di manzo al Barolo.
Brasato: la variante senza vino
Il vero brasato di manzo si prepara con il vino rosso: su questo non c'è dubbio. Tuttavia, per alleggerire questo piatto strepitoso e poterlo consumare magari anche in estate (dal momento che la ricetta classica in effetti non è molto estiva) perché non provare a preparare un brasato di carne senza vino, cuocendolo solo nella salsa di pomodoro? Di certo non si otterrà un brasato profumato e gustoso quanto quello classico, ma si tratta comunque di una rivisitazione saporita, delicata e leggera. Vediamo come procedere.
Per quanto riguarda la scelta del taglio di carne, seguite i suggerimenti sopra riportati. Potete ad esempio utilizzare il cappello del prete (1 kg). Vi serviranno inoltre un paio di cipolle, un paio di spicchi d'aglio, 400 g di pomodori pelati, qualche cucchiaio di concentrato di pomodoro, origano, sale e spezie a piacere (consigliamo di usare la paprica e, se volete, potete unire anche un po' di peperoncino piccante). Prima tagliate a fette sottili sia le cipolle che gli spicchi d'aglio.
Fateli quindi soffriggere in una pentola capiente: unitevi i pomodori pelati e il concentrato di pomodoro precedentemente sciolto in poca acqua. Quando il sugo sarà arrivato ad ebollizione, unitevi il pezzo di carne e fatelo cuocere per circa mezz'ora, a fuoco lento. Passati 30 minuti, aggiungete un po' di sale e di origano, nonché le spezie prescelte e proseguite la cottura per altri 30-40 minuti.
Una volta ultimata la cottura, prelevate il pezzo di carne dalla salsa, trasferendolo su un piatto. Frullate quindi il sugo, dopodiché affettate la carne: disponete le fette su un grande piatto da portata e ricopritele completamente con la salsa di pomodoro appena frullata. Il vostro brasato senza vino è pronto da servire!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?