Sorbetto al limone

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 30 minuti
Note: +1-3 ore di riposo in congelatore
Introduzione
Il sorbetto al limone è il più classico dei fine pasto: profumatissimo, leggero e digestivo, è ottimo da gustare non solo alla fine di un pranzo sostanzioso (oppure fra una portata e l'altra, come a volte si usa ancora fare), ma è perfetto anche come merenda e rompidigiuno rinfrescante, durante una pausa in un caldo pomeriggio estivo!
Prepararlo è davvero semplice, anche se richiede un po' di tempo: soprattutto se non avete la gelatiera, perché è necessario far riposare il sorbetto per almeno due ore (e dopo la prima ora occorre frullarlo).
Di seguito vi proponiamo una ricetta del sorbetto al limone davvero invitante: si tratta di una versione che prevede l'aggiunta di panna, così da rendere il dolce più cremoso e ancora più buono!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per preparare il sorbetto al limone, lavate i limoni, tagliateli a metà, dopodiché spremetene bene il succo, utilizzando uno spremiagrumi (manuale o elettrico, a seconda del modello che avete). Filtrate il succo ottenuto con un colino, così da eliminare i semi presenti nei limoni ed eventuali piccoli residui di polpa.

Mettete il succo appena spremuto in una terrina: unitevi quindi lo zucchero, mescolando energicamente i due ingredienti finché lo zucchero non si sarà sciolto.

Versate quindi il composto ottenuto in una vaschetta precedentemente raffreddata in frigorifero: lasciatelo riposare nel congelatore per circa un'ora.

Trascorsa l'ora di riposo, togliete il composto dalla vaschetta e trasferitelo in un mixer da cucina o in un frullatore: frullatelo fino ad ottenere un composto omogeneo e leggermente spumoso.

Ora mettete la panna in una terrina fredda (per assicurarvi che sia fredda potete lasciarla in frigorifero per mezz'oretta, tirandola fuori solo nel momento in cui dovrete montare la panna) e montatela bene con delle fruste elettriche. Unitela quindi al composto di zucchero e limone, amalgamandola delicatamente per non farla smontare.

A questo punto potete usare la gelatiera per completare la preparazione del vostro sorbetto, seguendo le istruzioni dell'apparecchio per azionarlo e ottenere un sorbetto dalla consistenza cremosa al punto giusto.
Altrimenti, in mancanza della gelatiera, dovrete rimettere il composto in freezer per altre due ore. Trascorsa la prima ora, tirate fuori dal freezer il composto e mescolatelo energicamente (o, ancora meglio, frullatelo). Rimettetelo quindi in freezer per farlo riposare almeno per un'ora ancora.

Togliete il sorbetto al limone dal freezer solo al momento di servirlo: a questo punto non vi resta che frullarlo nuovamente fino a renderlo cremoso e versarlo in bicchieri tipo flûte.
Accorgimenti
È importante lavorare il composto con il frullatore o con una frusta a mano durante il processo di congelamento per impedire la formazione di grossi cristalli di ghiaccio e ottenere un sorbetto al limone con panna più delicato.

Un bicchiere tipo flûte è perfetto per presentare il sorbetto in modo elegante, soprattutto se lo si serve come digestivo a conclusione di una cena importante. Altrimenti, se viene servito per occasioni meno formali, si può tranquillamente utilizzare anche un'altra tipologia di bicchiere meno raffinata.
Idee e varianti
Se volete un sorbetto più o meno dolce, potete variare di conseguenza la quantità di zucchero: nel caso vogliate aumentarla, fate attenzione a non esagerare, per non rischiare di ottenere un gusto troppo zuccheroso.

Seguendo il procedimento riportato sopra potete preparare sorbetti di altri gusti a piacere: ad esempio all'arancia, al melone, al mandarino o alla pesca!

Se avete il Bimby, utilizzatelo per rendere la preparazione ancora più veloce! Cliccate qui per leggere la ricetta del sorbetto al limone Bimby!
Prova anche la variante senza panna!
La ricetta classica del sorbetto non prevede l'aggiunta della panna: si ottiene quindi un sorbetto decisamente più leggero e meno calorico, davvero perfetto per chi vuole gustarlo proprio come digestivo (quindi alla fine o durante un pasto abbondante. Quello con la panna invece è più indicato come merenda).
Se volete preparare un delicato sorbetto al limone senza panna, procedete in questo modo. Spremete il succo di 4 limoni e filtratelo usando un colino. Mettetelo quindi in un recipiente e unitevi 400 ml di acqua, mescolando. Aggiungete anche 180 g di zucchero, sempre mescolando bene.
A parte montate un albume a neve ben ferma: unitelo quindi al resto del composto, facendo attenzione a non smontarlo.
Per finire, aggiungete anche un bicchierino di limoncello e mescolate bene.
A questo punto avete due possibilità: o utilizzate la gelatiera per rendere il sorbetto bello cremoso (ci vorrà almeno mezz'ora) oppure, in sua mancanza, dovrete procedere come indicato sopra, mettendo il sorbetto in freezer per almeno 2 ore e ricordandovi di frullarlo bene dopo la prima ora.

La variante più classica di questa ricetta base prevede di "correggere" il sorbetto con della vodka: cliccate qui per leggere e provare la ricetta del sorbetto al limone con la vodka. Consigliamo di preparare la variante alcolica solo se il sorbetto verrà consumato esclusivamente dagli adulti!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?