Zeppole di san Giuseppe

Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 6 persone
Tempo: 40 minuti
Note: + 30 minuti per il riposo dell’impasto
Introduzione
Le zeppole di san Giuseppe sono un famoso dolce di origine campana che viene solitamente preparato per la festa del papà: come molto probabilmente già saprete, si tratta di golosissime ciambelle fritte in olio bollente e farcite con crema pasticcera!
Dalla Campania, questa specialità si è successivamente diffusa in tante regioni italiane (tanto che oggi le zeppole di San Giuseppe sono molto famose praticamente in tutta Italia e non è raro trovarle sulle tavole anche per occasioni diverse dalla festa del papà, ad esempio durante i pranzi di Natale): fuori dalla Campania vengono preparate con qualche variante (e spesso prendono anche un nome diverso), ma quella che vi proponiamo di seguito è la ricetta classica.
Provate a prepararle per festeggiare il vostro papà seguendo la tradizione oppure per un'altra occasione speciale!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per preparare le zeppole di San Giuseppe vi consigliamo di iniziare dalla preparazione dell'impasto (solo successivamente vi dedicherete alla crema), in quanto ha bisogno di riposare almeno mezz'oretta in frigorifero.

Per cominciare, versate l’acqua in una casseruola: aggiungetevi il sale e il burro precedentemente tagliato a piccoli tocchetti. Ponete il tutto sul fuoco e fate scaldare a fiamma bassa, in modo che sale e burro si sciolgano. Quando l'acqua giunge a ebollizione, versate a pioggia la farina setacciata, mescolando continuamente con una frusta (in questa fase è fondamentale evitare che si vengano a formare dei grumi).

Una volta unita tutta la farina e ottenuto un composto omogeneo, trasferitelo in una ciotola capiente, dopodiché unite cinque uova intere (precedentemente sbattute in un piatto) e amalgamatele bene mescolando con cura con un cucchiaio di legno. A questo punto coprite la ciotola e riponetela in frigorifero: l'impasto dovrà riposare per almeno 30 minuti.

Nel frattempo preparate la crema pasticcera. Lavate il limone, asciugatelo e grattugiatene la scorza. In una terrina riunite lo zucchero con due tuorli d’uovo e iniziate a mescolare. Ora incorporate il latte e la scorza del limone e trasferite il composto in una casseruola. Fatelo cuocere a fiamma bassa, mescolando spesso con una frusta o un cucchiaio di legno per evitare che si attacchi al fondo. Spegnete il fuoco quando la crema avrà raggiunto la giusta densità. A questo punto, trasferitela in una terrina e fatela raffreddare a temperatura ambiente (quando la utilizzerete per farcire le ciambelle dovrà essere fredda).

Quando sarà trascorsa la mezz'ora di riposo dell'impasto, riprendetelo dal frigorifero e dividetelo in tanti pezzi di uguale dimensione, che andrete a stendere su una spianatoia leggermente infarinata. Conferite ad ogni pezzetto di impasto una forma a ciambella: se preferite, per facilitarvi le cose potete anche mettere l'impasto dentro una tasca da pasticcere e formare tanti cerchi sopra un foglio di carta da forno, in modo da realizzare più velocemente ogni ciambella (per ogni dolce spremete due cerchi, uno sopra l'altro, in modo che la zeppola abbia il giusto spessore).

Ultimata la preparazione di tutte le ciambelle, potete iniziare a friggerle. Versate quindi parecchio olio in una padella e scaldatelo bene.
Una volta scaldato l'olio, immergete 1 o 2 ciambelle (dipende dalla grandezza della padella) e fatele friggere qualche minuto per lato, girandole con una schiumarola quando vedrete che da un lato risultano ben dorate (complessivamente, ci vorranno circa 5-6 minuti di cottura).

Al termine della frittura, scolate bene ciascuna zeppola e adagiatela su un piatto o un vassoio che avrete in precedenza rivestito con carta assorbente, in modo che disperda tutto l’olio in eccesso.

Quando avrete fritto tutte le ciambelle, potete farcirle con la crema pasticcera precedentemente preparata (la quale nel frattempo si sarà sicuramente raffreddata del tutto). Mettete quindi la crema in una sacca da pasticcere e procedete a farcire le zeppole: vi basterà spremerne un bel ciuffo proprio nel buco centrale della ciambella.

Per finire, spolverizzatele con un po' di zucchero a velo a piacere! Le vostre zeppole di San Giuseppe fritte sono finalmente pronte da servire in tavola.
Accorgimenti
La ricetta delle zeppole di San Giuseppe non è particolarmente elaborata: bisogna però prestare attenzione a diversi particolari. Ad esempio, quando aggiungete la farina, è bene setacciarla accuratamente e unirla poco alla volta, altrimenti potrebbero formarsi i fastidiosi grumi che comprometterebbero una buona riuscita dell'impasto. Inoltre, al momento di friggere le ciambelle bisogna prima portare l'olio alla giusta temperatura: non dovrebbe superare i 165°C (se possibile, procuratevi un termometro da cucina in modo da poter controllare esattamente la temperatura). Vi consigliamo inoltre di non friggere più di 2 zeppole alla volta: in questo modo riuscirete a controllarle meglio durante la cottura, evitando di bruciarle o al contrario di non cuocerle a sufficienza.
Infine, una volta pronte, ricordatevi di scolare bene le ciambelle: l’olio in eccesso deve disperdersi, in modo che alla fine le vostre zeppole di San Giuseppe rimangano ben asciutte e croccanti.
Idee e varianti
Se volete seguire in tutto e per tutto la ricetta classica, decorate le zeppole di San Giuseppe anche con un'amarena sciroppata, da mettere sopra il ciuffo di crema pasticcera.

In alternativa al classico zucchero a velo, potete spolverizzare le zeppole con del cacao amaro, per un aroma ancora più goloso e invitante.

La ricetta originale delle zeppole di San Giuseppe prevede come modalità di cottura la frittura, ma c'è chi preferisce prepararle al forno, in modo da renderle più leggere, meno caloriche e più digeribili. C'è da dire che la frittura le rende sicuramente più gustose, ma anche le zeppole di San Giuseppe al forno, sebbene siano un po' meno golose, non vi deluderanno sicuramente: hanno un gusto più delicato.
Per cuocerle al forno, allineate le varie ciambelle (dopo averle preparate seguendo la traccia principale) in una leccarda foderata di carta antiaderente. Infornatele quindi in forno preriscaldato a 200°C, per circa 25-30 minuti.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?