Gazpacho

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 30 minuti
Introduzione
Il gazpacho è uno dei capisaldi della cucina spagnola: non sarà famoso all'estero tanto quanto la paella, ma è comunque un piatto abbastanza conosciuto anche al di fuori dei confini nazionali. Chi ha trascorso anche solo qualche breve vacanza in Spagna avrà sicuramente avuto modo di conoscere e apprezzare questa specialità, che va consumata fredda.
Di origine andalusa, il gazpacho è infatti una zuppa fredda che si prepara con diverse verdure crude (il pomodoro non può mancare): si tratta quindi di un piatto molto fresco, dissetante e ricostituente. È perfetto da consumare in estate, quando potrete trovare con facilità tutti gli ingredienti freschi e di stagione che la ricetta richiede.
Perché non provare a prepararlo per portare in tavola un po' di Andalusia? Di seguito vi proponiamo la ricetta originale, quella del gazpacho di pomodoro: semplice, sano e molto facile da fare!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione del gazpacho
Per preparare il gazpacho, iniziate sbucciando l'aglio e le cipolle. Tritate finemente entrambi. Passate quindi alle verdure: dopo aver sbucciato i cetrioli, tagliateli a rondelle. Lavate sia i pomodori che i peperoni, dopodiché tagliate i pomodori a metà ed eliminate i semini interni. Riduceteli quindi a cubetti.

Aprite i peperoni tagliandoli a metà e puliteli togliendo la parte interna con i semi e i filamenti bianchi. A questo punto tagliateli a listarelle. Sciacquate il prezzemolo e tritatelo in modo grossolano.

Ora preparate anche il succo di limone: prima lavate bene il limone, dopodiché tagliatelo a metà e spremetene il succo usando uno spremiagrumi. Filtrate il succo attraverso un colino.

Trasferite tutte le verdure appena pulite e tagliate in un mixer, unendo anche il succo di limone, sale, pepe, il prezzemolo tritato e circa mezzo bicchiere d'olio. Azionate quindi il mixer per frullare il tutto, così da ottenere un composto perfettamente omogeneo.

La vostra zuppa di verdure spagnola è pronta: tenetela in frigo fino al momento di servirla!
Accorgimenti
Il gazpacho è un piatto molto rinfrescante, ma potrebbe risultare un po' indigesto per via della presenza di aglio e cipolla crudi e del cetriolo. Per evitare di fare fatica a digerirlo, sono sufficienti alcuni piccoli accorgimenti. Innanzitutto, i cetrioli: prima di sbucciarli e affettarli è sempre consigliabile tagliare via entrambe le estremità, per poi strofinarle sull'ortaggio. Fuoriuscirà una spuma bianca, che avrete la cura di rimuovere insieme alla prima fettina. Questa spuma, insieme alla buccia del cetriolo (che pure vi consigliamo di asportare), è responsabile della difficile digeribilità.

La seconda cosa importante è quella di rimuovere la pelle del peperone. Si tratta di un compito un po' tedioso, ma vi risparmierà la noia ancora più grande di ritrovarvela a piccoli pezzi nel gazpacho. Ve lo assicuriamo: è molto fastidioso!

Per finire, per rendere più digeribile il piatto potete aggiungere solo la cipolla alla preparazione ed eliminare l'aglio.
Idee e varianti
Molte persone, in Spagna, evitano l'uso del cetriolo nel gazpacho: se anche a voi non piace o se lo trovate un po' pesante, potete quindi tranquillamente non metterlo. Altrimenti, potete servire il cetriolo a parte, tagliato a cubetti (in diverse zone della Spagna si usa fare così). Inoltre diverse versioni di questo piatto suggeriscono d'incorporare un po' di pane secco bagnato nel mixer: questa aggiunta serve più che altro per ottenere una consistenza più densa. Se invece il gazpacho vi piace più liquido, preparatelo normalmente, senza aggiungere il pane.

Come succede sempre con tutti i piatti rinomati e famosi, anche la ricetta del gazpacho conosce molte varianti: a base di ingredienti diversi, ma tutte accomunate dal fatto di essere molto fresche e leggere.
Al posto dei pomodori, ad esempio, si possono usare delle zucchine come ingrediente principale: otterrete una zuppa dal colore e dal sapore completamente differenti rispetto a quelli dell'originale...Qui trovate la ricetta di Gustissimo! La ricetta riesce bene anche con i peperoni (qui la ricetta).

Questa specialità spagnola si può servire in vari modi. In piccole quantità, va benissimo come antipasto, magari accompagnandola con dei crostini. Altrimenti, potete servirla anche come piatto principale: se la consumate come piatto principale potete accompagnarla, oltre che con crostini o fette di pane tostato, con delle uova sode tagliate a spicchi.
Ecco un'altra idea un po' più originale per gustare la vostra zuppa fredda spagnola: servita in bicchieri, è perfetta anche come cocktail analcolico! In tal caso, allungatela con un po' d'acqua oppure aggiungete qualche cubetto di ghiaccio.
Prova anche le deliziosi varianti a base di frutta!
Un'altra possibile variante della ricetta originale consiste nell'utilizzare della frutta al posto della verdura.
Può andare bene sia della frutta mista (cliccate qui per leggere la ricetta di Gustissimo, da riprodurre fedelmente o da cui trarre ispirazione) oppure un solo frutto a piacere. Provate ad esempio il gazpacho di melone, molto fresco e dal gusto delicato: qui trovate la ricetta.
Questa variante si presta benissimo ad essere servita con delle fette di prosciutto crudo come accompagnamento (nel rispetto del classico abbinamento prosciutto/melone), a meno che non si voglia realizzare un piatto completamente vegetariano.
Commenti
1 commento inserito
Inviato da francy88 il 31/05/2011 alle 12:06
io trovo buonissimo nel Gazpacho non il pane normale tostato, ma il pancarrè. penso si sposi davvero bene con questa zuppa e ricetta. per come sono io, nel gazpacho mi piace mettere anche un po' di piccante, approvate?:)

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?