Panini napoletani

Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 45 minuti
Note: + 2 ore e mezza per la lievitazione e il riposo dell'impasto
5.0 2
Introduzione
Se siete napoletani o avete avuto modo di trascorrere qualche giorno in questa splendida città per vacanza o lavoro, avrete sicuramente già assaggiato i classici panini napoletani, gonfi, morbidi e ben farciti con formaggi e salumi vari: in una parola deliziosi!
Per uno spuntino rilassante, magari insieme a una dissetante bibita fresca, questi panini sono gustosi e tolgono l'appetito senza appesantire più di tanto.
L'impasto si può preparare unendo anche un po' di strutto (come abbiamo fatto noi nella nostra ricetta), ma se volete dei panini più leggeri potete tranquillamente farne a meno: infatti sono ammesse entrambe le varianti, con e senza strutto.
Vediamo come fare i panini napoletani seguendo la ricetta originale napoletana!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
I panini napoletani sono formati da un impasto morbido piuttosto semplice da preparare: iniziate proprio dalla preparazione dell'impasto riunendo in una ciotola la farina setacciata, il sale, lo zucchero e lo strutto morbido tagliato a piccoli pezzettini. A parte sbriciolate il lievito nel latte e fatelo sciogliere (perché si sciolga facilmente è necessario che il latte sia tiepido: riscaldatelo leggermente prima).

Versate quindi il latte con il lievito sciolto nella ciotola della farina e degli altri ingredienti: ora, per lavorare insieme tutti questi ingredienti, versate a filo l'acqua e iniziate ad impastare, raccogliendo a mano a mano tutta la farina sino a ottenere un impasto morbido, perfettamente omogeneo e senza crepe. Formate una palla, copritela con un canovaccio e lasciatela lievitare per almeno 2 ore (dovrà quasi raddoppiare di volume).

Trascorso il tempo di riposo, riprendete il panetto, impastatelo ancora velocemente, dopodiché stendetelo su una spianatoia infarinata, aiutandovi con un mattarello: tiratelo finché non avrete ricavato una sfoglia abbastanza sottile, dallo spessore di circa mezzo centimetro.

Ora preparate gli ingredienti del ripieno: scolate la mozzarella dal liquido di conservazione (dev'essere ben asciutta) e tagliatela a dadini; riducete a listarelle le fette di prosciutto; lavate, asciugate e tagliate a pezzettini i pomodori.

Disponete questi ingredienti su tutta la sfoglia di impasto, coprendola uniformemente, ma lasciando ben liberi i bordi (altrimenti non riuscirete a formare il rotolo). Prima mettete la mozzarella e il prosciutto, poi i pomodori.

Arrotolate l’impasto su se stesso (come per formare un salsicciotto) e sigillate le estremità effettuando una leggera pressione con le dita. Riponetelo quindi in frigorifero per farlo riposare una mezz'oretta: in teoria potete anche saltare questo passaggio, ma è utile per compattare meglio il rotolo e renderlo quindi più facile da tagliare. Se non siete di fretta, quindi, vi consigliamo di tenerlo in frigorifero almeno mezz'ora.

Passati i 30 minuti di riposo in frigorifero, tagliate il salsicciotto in 4-5 parti di uguale dimensione: vedrete che, una volta freddo, sarà più facile tagliarlo bene. In questo modo otterrete i vostri panini napoletani.

Adagiateli su una teglia rivestita con carta forno e infornateli a 180°C (nel forno già caldo) per circa 25 minuti. Attendete che i panini si raffreddino prima di gustarli!
Accorgimenti
Per far lievitare bene l'impasto dei panini napoletani è importante riporlo a lievitare in un luogo tiepido che abbia una temperatura costante (l'ideale sarebbe una temperatura intorno ai 26°C).

Ricordatevi di scolare per bene la mozzarella dal suo liquido di conservazione prima di tagliarla a pezzetti e metterla sopra la pasta, altrimenti potrebbe rilasciare eccessiva acqua durante la cottura, annacquando il ripieno e rovinando i panini.

Prima di infornare i vostri panini napoletani, potete leggermente spennellarli sopra con un tuorlo sbattuto insieme ad un po' di latte (o di panna fresca): in questo modo si formerà uno strato di crosticina colorata che renderà i panini ancora più belli da vedere e quindi più invitanti!
Idee e varianti
La ricetta dei panini napoletani si può variare a piacere, soprattutto per quanto riguarda la scelta del ripieno: divertitevi quindi a farcire i panini con qualunque ingrediente vi venga in mente, per uno spuntino ancora più in linea con i vostri gusti! Se ad esempio siete vegetariani optate per verdure grigliate e formaggi; mentre se siete molto golosi potete scegliere dei salumi particolarmente stuzzicanti come pancetta, salame o mortadella! Inoltre, parecchie varianti prevedono anche l'aggiunta nel ripieno di uova sode tagliate a piccoli spicchi oppure sbriciolate in modo grossolano.

Anche la preparazione dell'impasto si può leggermente variare: infatti, come abbiamo visto nell'introduzione, la ricetta originale dei panini napoletani non obbliga ad utilizzare lo strutto. Va un po' a gusto personale: i panini napoletani senza strutto sono adatti a chi vuole mangiare leggero, ai vegetariani e più banalmente a chi non utilizza mai quest'ingrediente e non ha voglia di comprarlo apposta per questa ricetta. Se a casa avete solo il burro o l'olio, utilizzate a vostra scelta uno dei due per sostituire lo strutto (la quantità è sempre la stessa).
Un altro modo per modificare leggermente la preparazione della pasta dei panini napoletani consiste nell'eliminare lo zucchero: non è indispensabile per una buona riuscita dell'impasto, per cui si può tranquillamente omettere (infatti è un ingrediente assente in varie ricette di questa specialità napoletana).
Commenti
2 commenti inseriti
Inviato da Gustissimo.it il 13/01/2017 alle 11:47
Certo Eleonora! Puoi utilizzare il burro e la dose resta invariata ;-)
Inviato da eleonora il 10/01/2017 alle 17:07
al posto dello strutto il burro va bene? sempre 100gr?

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?