Spaghetti allo scoglio

Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 55 minuti
Note: + il tempo di spurgo delle vongole in acqua salata
5.0 2

I primi di mare proposti da Gustissimo

Introduzione
Gli spaghetti allo scoglio sono un delizioso primo di pesce a base di molluschi e crostacei: si tratta di un piatto classico (per non dire intramontabile) che è sempre un piacere gustare per un'occasione un po' speciale, insieme ai parenti o agli amici.
La pulizia e la preparazione del pesce vi prenderanno un po' di tempo, ma alla fine il profumo e il sapore di mare di un abbondante piatto di spaghetti allo scoglio non vi farà pentire del tempo passato in cucina.
Servite questi spaghetti con un vino bianco di ottima qualità e farete una bellissima figura con i vostri commensali!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Per preparare la ricetta degli spaghetti allo scoglio, iniziate mettendo il polpo in una pentola, immerso in acqua fredda. Fatelo cuocere per circa mezz'oretta.

Nel frattempo preparate le cozze e le vongole. Pulite le cozze eliminando, se presente, la "barbetta" esterna, dopodiché strofinatele bene con una spazzolina o con una spugnetta abrasiva per eliminare ogni impurità. Sciacquatele quindi con acqua fredda.
La vongole, invece, vanno prelevate dall'acqua in cui le avete messe a spurgare (ricordate infatti che bisogna tenerle a spurgare immerse in acqua fredda salata per circa un paio d'ore, cambiando acqua almeno una volta): dopo averle scolate dall'acqua dell'ammollo, sciacquatele bene con acqua corrente.

Ora sbucciate uno spicchio d'aglio, toglietegli l'anima e mettetelo a rosolare in un tegame con olio e peperoncino. Quando l'aglio sarà dorato, aggiungete le vongole e irroratele con il vino bianco: quando iniziano ad aprirsi, potete spegnere il fuoco. Trasferitele quindi in una terrina e filtrate il loro liquido di cottura, in modo da eliminare ogni eventuale residuo di sabbia.

Mettete le cozze nella stessa padella in cui avete aperto le vongole e fatele aprire. Una volta aperte, tenetele da parte insieme alle vongole.

Quando il polpo sarà pronto, scolatelo e tagliatelo a pezzetti. Tagliate a fettine piuttosto sottili i calamari e, per finire, sgusciate i gamberetti.

Preparate quindi i pomodorini: dopo averli lavati, tagliateli a metà ed eliminate i semini interni.

Mettete sul fuoco la pentola in cui andrete a lessare gli spaghetti, dopo averla riempita di acqua.

Intanto, in attesa di cuocere gli spaghetti, ultimate la preparazione del sugo allo scoglio. Sbucciate e schiacciate il secondo spicchio d'aglio e fatelo dorare in una padella molto capiente: unitevi quindi i calamari, i gamberetti e il polpo. Aggiungete subito dopo i pomodorini e fate andare il tutto per non più di 6 minuti (altrimenti il pesce diventerà troppo duro). Alla fine eliminate l'aglio e unite anche le cozze e le vongole, mescolando bene il tutto. Tenete da parte al caldo.

Lessate quindi gli spaghetti nell'acqua che ormai sarà arrivata a bollore, rispettando il tempo di cottura riportato sulla confezione.

Scolate gli spaghetti al dente (tenendo da parte un poco dell'acqua di cottura) e saltateli per uno o due minuti nella padella col sugo allo scoglio. Se occorre, aggiungete un po' di acqua di cottura della pasta per legare meglio gli spaghetti al condimento. E completate il tutto cospargendo con del prezzemolo finemente tritato e con una spolverata di pepe a piacere.

Ora i vostri spaghetti allo scoglio sono pronti da servire!
Accorgimenti
Prima di pulire le cozze e di mettere a spurgare le vongole, ricordate di individuare ed eliminare quelle che sono già aperte.
Scegliete una padella piuttosto capace, in modo che possa raccogliere bene sia tutti gli ingredienti del condimento che gli spaghetti.

Se volete ottenere degli spaghetti allo scoglio più saporiti mettete a lessare la pasta in un fumetto ottenuto facendo bollire per circa 20 minuti le parti scartate dei molluschi e dei crostacei.
Idee e varianti
La ricetta degli spaghetti allo scoglio può variare a seconda della materia prima che trovate fresca nel banco del pesce: tuttavia vanno scelti necessariamente frutti di mare (ovvero crostacei e molluschi), mentre i pesci interi o i tranci di pesce (orate, branzini, salmone, pesce spada, etc.) non vanno bene per questo tipo di piatto: non si tratta di una zuppa. Sì invece a cozze, vongole, gamberetti, cannolicchi, moscardini, scampi, seppioline: sono tutti preziosi ingredienti per questo delizioso piatto! In particolare, per ottenere degli spaghetti allo scoglio che si rispettino sia le cozze che le vongole non dovrebbero mai mancare.

Gli spaghetti allo scoglio originali si preparano generalmente rossi, cioè con l'aggiunta di pomodorini, in modo che si crei un bel sughetto che possa legare meglio la pasta al pesce. Tuttavia, è anche possibile preparare degli ottimi spaghetti allo scoglio in bianco: c'è chi li considera migliori perché senza pomodoro il gusto del pesce sarebbe maggiormente valorizzato. Scegliete la versione che preferite!

Gli spaghetti allo scoglio sono un piatto classico di origine napoletana: anche se in realtà non esiste una precisa e ben definita ricetta napoletana degli spaghetti allo scoglio (come abbiamo visto il pesce si può variare a seconda di quello che si trova), per rispettare la tradizione è fondamentale utilizzare solo frutti di mare freschissimi: il surgelato non è ammesso per questa prelibatezza! Inoltre, è importante anche scegliere degli spaghetti di buona qualità: vi consigliamo di usare gli spaghetti di Gragnano.

I primi di mare proposti da Gustissimo

•Spaghetti allo scoglio• •Pasta con le vongole• •Penne ai frutti di mare•
Commenti
4 commenti inseriti
Inviato da Gustissimo.it il 20/05/2015 alle 10:59
Grazie Pippo! Ed è anche davvero squisita.... ;)
Inviato da Pippo il 19/05/2015 alle 18:04
Che invitante questa pasta!
Inviato da mariarosaria il 14/03/2010 alle 09:50
Grazie per il suggerimento, ho aggiunto anche i mocardini alla ricetta. Come hai detto sono ancora più gustosi. Mariarosaria
Inviato da Marco il 13/03/2010 alle 05:56
Come vini da abbinare agli spaghetti allo scoglio suggerisco del: Vermentino di Gallura DOCG, la Falanghina o, in alternativa anche il Morellino di Sacansano che non sta così male

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?