Pizza margherita

Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 45 minuti
Note: + 5 ore di lievitazione dell'impasto
4.8 13
Introduzione
La pizza margherita è tra le più popolari e amate ricette della nostra tradizione culinaria: è anche un po' l'emblema della cucina italiana nel mondo e con la sua semplicità mette d'accordo tutti. Chi preferisce le pizze essenziali la ama così al naturale, con la sua mozzarella filante e l'impasto fragrante. Chi invece apprezza le pizze riccamente condite può facilmente completare la sua margherita con gli ingredienti che preferisce (salumi, olive, carciofini, etc.), unendoli anche a crudo oppure durante gli ultimi minuti di cottura.
Invece di andare a prendere questa pizza nella solita pizzeria d'asporto sotto casa, perché non vincete la pigrizia e provate a farla da soli? Una buona pizza margherita fatta in casa è un'ottima idea per portare allegria in tavola e accontentare i gusti di tutti. Con un po' di pratica e seguendo tutti i consigli di Gustissimo verrà perfetta!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
La preparazione dell'impasto per la pizza margherita è abbastanza semplice. Dovete solo prestare attenzione a seguire bene ogni passaggio. Iniziate mettendo a sciogliere il lievito di birra in 250 ml di acqua. Per scioglierlo più facilmente, è meglio che l'acqua non sia fredda, ma leggermente tiepida (o a temperatura ambiente): controllate quindi quanto è fredda prima di raccoglierla dentro una terrina e farvi sciogliere il lievito.

Una volta sciolto bene il lievito, disponete 500 g di farina a fontana su una spianatoia: aggiungete 2 cucchiai d'olio e gradualmente versate l'acqua con il lievito sciolto, quindi impastate per almeno 5-6 minuti, raccogliendo buona parte della farina.

A questo punto sciogliete il sale in poca acqua (sempre tiepida): aggiungetelo quindi al resto e riprendete ad impastare, facendo assorbire il sale e raccogliendo tutta la farina non raccolta precedentemente. Impastate energicamente fino ad ottenere un composto omogeneo, eventualmente aggiungendo ancora un po' di acqua tiepida se l'impasto dovesse essere troppo asciutto e poco morbido.

Quando avrete ottenuto un impasto elastico, morbido e omogeneo, trasferitelo in una ciotola, copritelo con un panno e lasciatelo lievitare per almeno 4-5 ore.

Trascorso il tempo di lievitazione, stendete la pasta col matterello sul piano di lavoro infarinato, conferendogli la stessa forma e più o meno le stesse dimensioni della teglia che intendete usare (se utilizzate due teglie piccole dovrete prima dividere l'impasto a metà e poi stendere ciascuna metà).

Ungete la teglia (oppure le due teglie) con un po' d'olio extravergine. Disponeteci quindi l'impasto per pizza e con le mani allargatelo per adattarlo perfettamente alle dimensioni della teglia, in modo che la ricopra completamente.

Ora passate al condimento: cospargete l'impasto di polpa di pomodoro (lasciando liberi solo i bordi) e completate bagnando con un filo d'olio.

Cuocete la pizza nel forno ben caldo per circa 20-25 minuti, a 200°C. Intanto scolate le mozzarelle e tagliatele a piccoli dadini; lavate e asciugate qualche fogliolina di basilico.

Trascorsi 20-25 minuti, sfornate la pizza a cospargetela con i dadini di mozzarella e le foglioline di basilico: infornate per altri 5 minuti, in modo che la mozzarella possa sciogliersi completamente. Servite la vostra pizza margherita ben calda, con la mozzarella filante!
Accorgimenti
Per un risultato eccellente è importante che tutti gli ingredienti della pizza margherita siano di prima qualità: a cominciare dall'olio e dalla mozzarella, per finire con la polpa di pomodoro e il basilico fresco!

Quando preparate l'impasto, ricordate che il sale non va mai unito insieme al lievito: se li mettete nello stesso momento, il sale potrebbe intralciare l'azione del lievito e di conseguenza la pizza non lieviterà bene. Seguite alla lettera le nostre indicazioni: mettete quindi prima il lievito e solo dopo aver impastato per almeno 5-6 minuti aggiungete anche il sale.

Per favorire la lunga lievitazione dell'impasto, potete mischiare la farina di grano tenero 00 con una farina più forte come la manitoba (mettete 300 g di farina 00 e 200 g di manitoba).
Idee e varianti
La ricetta della pizza margherita riesce molto bene anche col pomodoro fresco: in tal caso è meglio disporre prima la mozzarella, per poi cospargere con i pomodorini tagliati a cubetti.

Unendo altri ingredienti a piacere come condimento, è possibile trasformare una semplice pizza margherita in una delle tante varianti che tutti conosciamo (capricciosa, 4 stagioni, 4 formaggi, vegetariana, etc.). Per preparare la pizza che preferite, basterà aggiungere gli ingredienti prescelti nel momento in cui si uniscono anche i dadini di mozzarella, per poi terminare la cottura facendo sciogliere la mozzarella.

Esiste anche una versione della pizza margherita particolarmente apprezzata soprattutto dai bambini: stiamo parlando della pizza margherita con patatine. Per prepararla è sufficiente disporre sopra la pizza delle patatine fritte. Per questo i bambini la amano così tanto: abbina due dei loro piatti preferiti, la pizza e le patatine! Per ottenere un buon risultato, consigliamo di utilizzare le patatine fritte surgelate, in quanto tengono bene la cottura e quindi resteranno abbastanza croccanti nonostante l'alta temperatura del forno. Mettetele sopra la polpa di pomodoro, spargendole uniformemente per tutta la pizza: bagnate con un filo d'olio, infornate e fate cuocere per circa 20 minuti, dopodiché sfornate, unite la mozzarella e terminate la cottura per farla diventare filante.

La pizza margherita preparata con la classica farina di grano tenero naturalmente non è consentita ai celiaci: in caso di celiachia sarà necessario usare un mix di farine per pizza prive di glutine. Potete acquistarlo già pronto al supermercato oppure prepararvelo da voi. Basta mischiare la farina di riso con l'amido di mais: scoprite quanto è semplice fare a casa, partendo da zero, un'ottima pizza margherita senza glutine!
Inviato da Gustissimo.it il 12/03/2019 alle 10:25
Ciao Claudia,
certamente! Ricordati di riporre l'impasto in frigorifero.
Continua a seguire le nostre ricette!
Inviato da Claudia il 01/03/2019 alle 17:52
Volevo chiedere se era possibile (per mancanza di tempo) fare l'impasto il giorno prima? E un tempo eccessivo per la lievitazione un giorno e mezzo?
Grazie
Inviato da Gustissimo.it il 30/03/2017 alle 09:53
No Virginia, non servono le uova per preparare questa deliziosa pizza :-)
Inviato da virginia il 29/03/2017 alle 19:56
ma le uova non ci vanno''?
Inviato da gustissimo il 15/04/2016 alle 11:39
Grazie infinite Alberto!

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?