Pizza marinara

Difficoltà:
difficoltà 3
Dosi: per 4 persone
Tempo: 30 minuti
Note: + il tempo per la preparazione e lievitazione della pasta per pizza
Introduzione
La pizza marinara, a dispetto del nome, non è affatto a base di frutti di mare! Si prepara infatti solo con pomodoro fresco, aglio, olio extravergine d'oliva e origano. Essendo priva di mozzarella, è quindi una pizza molto leggera: squisita nella sua semplicità, è anche una delle pizze più classiche. Un vero pilastro della tradizione napoletana, insieme alla pizza margherita.
Perché non provate a farla in casa, per una bella cena a casa con amici? Con la sua bontà e il suo gusto genuino conquisterà tutti e poi per prepararla servono davvero pochi ingredienti, come abbiamo visto.
Una curiosità sul nome della pizza marinara: si chiama così perché gli ingredienti necessari per realizzarla hanno una lunga conservazione, per cui i marinai erano soliti portarli in nave durante i loro lunghi viaggi, per consumarli insieme al pane, così da poter gustare una sorta di pizza improvvisata.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
La ricetta della pizza marinara inizia dalla preparazione dell'impasto per pizza. Dovrete prepararlo con circa 2 ore e mezza/3 ore di anticipo rispetto al momento in cui intendete consumare la vostra pizza: l'impasto infatti deve riposare almeno 2 ore, alle quali dovrete aggiungere il tempo necessario per la preparazione della pizza e per la sua cottura.

Una volta pronto l'impasto, copritelo con un canovaccio pulito e riponetelo dentro il forno spento, dove lo farete lievitare come minimo per 2 ore (il volume deve raddoppiare).

Trascorso il tempo necessario per la lievitazione, preparate la teglia in cui andrete a stendere l'impasto, ungendola leggermente con dell'olio extravergine d'oliva.

Prendete quindi l'impasto e stendetelo bene con un mattarello (potete anche stenderlo a mano, ma se vi sembra più comodo utilizzate pure il mattarello), finché non avrà la stessa forma e grandezza della teglia in cui andrete a cuocerlo. Lo spessore dovrebbe essere di circa mezzo centimetro.

Una volta disposto l'impasto nella teglia, potrete condirlo, utilizzando naturalmente i tipici ingredienti della pizza marinara: i pomodori, l'aglio, l'origano e l'olio. Procedete in questo modo: prima mettete i pomodori tagliati a pezzi in una terrina e conditeli con sale (assaggiateli per non salarli troppo o troppo poco), un po' d'olio e un po' di origano. Mescolate bene per amalgamare. Sbucciate quindi l'aglio e, dopo averlo tagliato a metà, eliminatene l'anima. A questo punto potete tagliarlo a pezzetti o a fettine sottili.

Ora distribuite il pomodoro sopra l'impasto, spalmandolo in modo uniforme con l'aiuto di un cucchiaio. Dovete lasciare liberi solo i bordi della pizza (più o meno lasciate 1 centimetro e mezzo dal bordo). Sopra il pomodoro spargete un po' d'origano, dopodiché distribuite anche le fettine di aglio. Completate con un filo d'olio extravergine d'oliva.

La pizza è condita: non vi resta che infornarla in forno preriscaldato alla massima temperatura, dove la cuocerete per circa 10-15 minuti. Ogni tanto, durante la cottura, girate la pizza per garantire una distribuzione omogenea del calore (visto che solitamente la parte anteriore del forno tende a scaldarsi un po' meno rispetto a quella posteriore).
Una volta pronta, servite la vostra pizza alla marinara ben calda!
Accorgimenti
Se non avete tempo di preparare l'impasto per pizza a casa, potete anche acquistare quello già pronto. Tuttavia vi consigliamo di programmare per tempo la preparazione della vostra pizza: in questo modo avrete tutto il tempo di preparare anche l'impasto a casa e il risultato finale sarà decisamente migliore! Consigliamo inoltre, se preparate l'impasto in casa, di farlo lievitare in due tempi: prima lasciatelo lievitare nella terrina in cui l'avete preparato finché non avrà raddoppiato il suo volume, dopodiché stendetelo sulla teglia e fatelo lievitare ancora finché non sarà nuovamente raddoppiato.

Se stendete l'impasto con le mani (senza usare il mattarello), per facilitare l'operazione vi suggeriamo di infarinare leggermente sia il piano di lavoro che le vostre mani: e per stenderlo bene dovrete premere l'impasto con la punta delle dita di entrambe le mani, partendo dal centro per poi spingervi verso l'esterno.

Ricordatevi di eliminare l’anima all'aglio, prima di tagliarlo a fettine: è indispensabile, altrimenti la vostra pizza marinara potrebbe risultare indigesta.

Se cuocete la pizza nel forno ventilato, impostate la temperatura a 190°C. Nel forno statico, invece, dovrete impostare la temperatura al massimo.

Per condire la pizza con l'olio, i pizzaioli di professione usano un apposito contenitore di rame chiamato agliara: dotato di un becco stretto e piuttosto lungo, permette di far uscire sulla pizza solo un filo d'olio, evitando quindi di metterne troppo. E' un po' difficile avere l'agliara in casa: se anche voi, come molti altri, non l'avete, utilizzate semplicemente un'oliera con il becco fine, in modo da spargere l'olio in modo uniforme e non farne uscire troppo.
Idee e Varianti
La pizza marinara è una pizza molto semplice che non prevede particolari varianti: potete al massimo utilizzare della polpa di pomodoro, al posto dei pomodori tagliati a pezzi. In tal caso assaggiatela: se sentirete un retrogusto acidulo, aggiungete un pizzico di zucchero per addolcirla. Inoltre, se vi piace, potete insaporire la polpa di pomodoro anche con un po' di pepe.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?