Pollo alla cacciatora

Difficoltà:
difficoltà 2
Dosi: per 4 persone
Tempo: 50 minuti
Introduzione
Il pollo alla cacciatora è un secondo piatto molto saporito: originario della Toscana è ormai diffuso in moltissime regioni italiane grazie alla sua semplicità e bontà.
Si tratta di un piatto povero che veniva preparato dai contadini con gli ingredienti che avevano a disposizione in casa e che provenivano dai loro orti.
Il termine "alla cacciatora" identifica tutti quei piatti che contengono una combinazione di aglio e rosmarino, un mix di spezie che i cacciatori utilizzavano per condire le loro prede dopo la cattura.
Di questa ricetta esistono più versioni. Noi qui ve ne proponiamo diverse: la "ricetta della nonna" del pollo alla cacciatora nella sua versione originale che prevede un condimento a base di sugo di pomodoro; la versione in bianco, tipica variante "alla romana" e, in più, vi diamo anche alcuni suggerimenti per realizzare altre varianti regionali della ricetta!
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Preparate il trito di verdure per il soffritto.
Pulite la cipolla e tritatela finemente; lavate le carote sotto l'acqua corrente e sbucciatele, quindi tagliatele a pezzettini. Fate la stessa cosa con il sedano: eliminate la parte finale con le radici e togliete le foglie esterne, tagliate la costa in piccoli pezzi. Infine, private lo spicchio d'aglio della buccia e dell'anima al suo interno e sminuzzatelo.

In una casseruola abbastanza capiente, fate scaldare un filo di olio extravergine di oliva e, quando avrà raggiunto la giusta temperatura, aggiungete le verdure che avete preparato; unite anche alcune foglie di basilico e del rosmarino fresco.

Fate rosolare il soffritto per circa 5 minuti, fino a quando sarà ben dorato. A questo punto, potete unire in casseruola il pollo tagliato a pezzi. Fate rosolare la carne a fiamma viva per circa 10 minuti, rigirando i pezzi di pollo in modo da farli dorare su tutti i lati. Versate il vino bianco e un filo di aceto, quindi sfumate a fuoco medio-alto.

Quando l'alcol sarà evaporato, aggiungete i pomodori a pezzi e condite con il sale secondo il vostro gusto. Portate avanti la cottura a fiamma medio-bassa e pentola coperta per circa 30-35 minuti, fino a quando il sugo di pomodoro comincerà a restringere. Se il pollo dovesse però seccarsi troppo, potete aggiungere poca acqua calda o del brodo di carne.

Al termine della cottura, potete aggiustare di sale se lo ritenete necessario. Servite quindi il vostro pollo alla cacciatora ben caldo irrorandolo con il sughetto rimasto e accompagnandolo con un bicchiere di vino rosso.
Accorgimenti
Potete addensare il sugo con un cucchiaio di farina setacciata.

Fate attenzione che il pollo non si secchi durante la cottura. Se ciò dovesse accadere, aggiungete del brodo di carne o dell'acqua calda per inumidirlo.
Idee e varianti
Per arricchire il pollo alla cacciatora e dargli un gusto più mediterraneo, potete aggiungere in casseruola anche dei capperi, delle olive nere o olive taggiasche. Oppure, in altre varianti, questa ricetta viene preparata utilizzando lo scalogno al posto della cipolla e aggiungendo melanzane a cubetti e funghi champignon durante la cottura.

In alternativa al pollo intero, potrete utilizzare solo le cosce di pollo. In questo caso, potete seguire la nostra ricetta delle cosce di pollo alla cacciatora.

Potete preparare questa ricetta anche in forno! Per realizzare un pollo alla cacciatora al forno, versate in una pirofila un filo di olio e il trito di verdure per il condimento.
Nel frattempo, fate rosolare i pezzi di pollo in padella con uno spicchio di aglio per qualche minuto, in modo da farli dorare bene. Quindi trasferite la carne nella pirofila e unite anche la passata di pomodoro.
Aggiustate di sale, pepe e aggiungete del rosmarino. Infornate in forno già caldo a 180°C per circa 30-35 minuti. Quando il pollo sarà cotto, cospargete con del prezzemolo tritato e servite.

Trattandosi di una ricetta tradizionale, il pollo alla cacciatora presenta numerose varianti regionali!

Per esempio, per realizzare un pollo alla cacciatora alla siciliana, utilizzate la polpa di pomodori freschi. Per realizzarla, sciacquate 2-3 pomodori sotto l'acqua; mettete sul fuoco una pentola con abbondante acqua che porterete ad ebollizione e versate i pomodori facendoli scottare per circa 30 secondi.
Con l'aiuto di una schiumarola, scolate i pomodori e passateli sotto l'acqua fredda; eliminate il picciolo con un coltello, spellateli e schiacciate la polpa.
Aggiungete la polpa di pomodoro così ottenuta in casseruola e proseguite la cottura della carne seguendo la ricetta principale. Potete arricchire questa variante aggiungendo durante la cottura anche delle patate tagliate a piccoli pezzi e delle olive verdi.

Per preparare il pollo alla cacciatora alla napoletana, invece, non utilizzate il soffritto di verdure. Vi basterà utilizzare solo l'aglio e del peperoncino sminuzzato per far rosolare la carne; in più, arricchite il piatto con delle olive nere che farete cuocere in casseruola con il pollo e il sugo.

Infine, per un ottimo pollo alla cacciatora alla romana, seguite la ricetta di seguito!
Pollo alla cacciatora in bianco
Il pollo alla cacciatora in bianco, chiamato anche pollo alla cacciatora alla romana, è una variante che non prevede l'utilizzo del pomodoro ma solamente erbe aromatiche fresche per esaltarne il sapore.

Fate rosolare il pollo in padella con un filo di olio a fiamma vivace. Quando sarà dorato su tutti i lati, salate, pepate e aggiungete un trito di aglio insieme al rosmarino e alcune foglie di salvia. Continuate a far rosolare ancora per qualche minuto, quindi unite 1 cucchiaio di farina e mescolate bene.

Versate in padella mezzo bicchiere di aceto di vino bianco e mezzo bicchiere di acqua. Abbassate la fiamma e coprite; lasciate cuocere per circa 20 minuti. Se il liquido di cottura dovesse asciugarsi, aggiungete poco alla volta qualche cucchiaio di acqua calda.

In una ciotola a parte, trasferite due cucchiai del sughetto, unite 2 acciughe e schiacciatele bene con un cucchiaio di legno in modo da farle sciogliere nel liquido. Pochi minuti prima del termine della cottura, aggiungete in pentola il sughetto di acciughe e mescolate bene per insaporire. Quando il pollo sarà pronto, potete aggiustare di sale e servire.
Straccetti di pollo alla cacciatora
Questa variante è molto facile da preparare e può essere un'ottima alternativa al pollo intero.

Per realizzare gli straccetti di pollo alla cacciatora, preparate prima di tutto il trito di verdure come descritto nella ricetta principale: pulite le carote, la cipolla, il sedano e l'aglio e tagliateli a pezzetti; fateli soffriggere in padella con un filo di olio e delle foglie di alloro.

Quando cominceranno a dorarsi, aggiungete 500 grammi di straccetti di pollo. Fateli rosolare per circa 5 minuti, quindi aggiungete le olive nere e sfumate con mezzo bicchiere di vino rosso.

Quando l'alcol sarà evaporato, aggiungete 500 grammi di pomodorini a pezzetti e lasciate cuocere a fiamma bassa per circa 30 minuti. Al termine della cottura, potete regolare di sale e pepe e aggiungere del rosmarino. Mescolate bene il tutto e servite.
Commenti
1 commento inserito
Inviato da Pollo alla Cacciatora il 19/06/2011 alle 23:44
Ottima ricetta, noi la prepariamo con il burro come si fa in Toscana ma sono solo modi diversi!

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?