Pesche sciroppate

Difficoltà:
difficoltà 1
Dosi: per 2 persone
Tempo: 45 minuti
Note: Le dosi sono da intendere in barattoli da 1 kg.
Introduzione
Tra tutta la frutta sciroppata, le pesche sono senz'altro le più apprezzate. Buone, anzi buonissime, come dessert o a merenda, da sole o con il gelato, in tutte le stagioni.
Alcuni ingredienti potrebbero contenere allergeni (glutine, lattosio..) o tracce di derivati animali. Per maggiori informazioni leggi le guide: “Alimentazione e allergeni” e “Alimentazione vegana”.
Preparazione
Sbucciate le pesche, tagliatele a metà, privatele del nocciolo e disponetele nel barattolo con la "pancia" rivolta verso l'alto. Quando avrete riempito l'intero barattolo, aggiungete 2 o 3 cucchiai di zucchero, chiudetelo, mettetelo in una pentola alta, ricopritelo con dell'acqua fredda e fatelo bollire per 20 minuti. Lasciate raffreddare i barattoli nell'acqua e conservateli in un luogo fresco e buio. Aspettate un paio di mesi prima di consumare le vostre pesche sciroppate.
Accorgimenti
Per chiudere ermeticamente i barattoli è necessario che siano completamente ricoperti dall'acqua; per essere sicuri che non "vengano su" quando l'acqua inizia a bollire, bloccateli con degli strofinacci.
Idee e varianti
La stessa preparazione può essere adottata anche per la conservazione delle ciliegie.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?