Che differenza c'è tra pasta sfoglia e brisé?

Pasta sfoglia e brisé!
Vi è capitato di andare al supermercato e di leggere sulla lista della spesa di comprare della pasta, magari per realizzare una deliziosa torta salata o degli sfiziosi antipasti per aperitivi, senza però sapere se si tratta di pasta sfoglia o pasta brisé? Niente panico! D'ora in poi non avrete più dubbi!

Pasta sfoglia e pasta brisè sono due preparazioni molto utilizzate in cucina, sia per piatti dolci che salati: anche se hanno alcuni punti in comune, differiscono per vari aspetti, a cominciare dal modo in cui si preparano.

Vediamo ora quindi che differenza c'è tra pasta sfoglia e brisé!
La preparazione della pasta sfoglia
Acqua, farina, sale e burro sono gli unici ingredienti necessari per preparare sia la pasta sfoglia che la pasta brisè.
Gli ingredienti quindi sono proprio gli stessi, ma la preparazione è molto diversa!

Quella della pasta sfoglia, infatti, è molto più impegnativa e più lunga. Bisogna preparare un pastello con farina, acqua e sale e un panetto con farina e burro. Fin qui niente di particolarmente difficile, ma ora arriva il bello: i due impasti vanno uniti con una particolare tecnica che prevede prima di racchiudere il panetto con il pastello e poi di piegare la pasta in un certo modo, come una sorta di fazzoletto. Questo procedimento va ripetuto 4 o 5 volte: si piega la pasta, la si lascia in frigorifero a riposare per mezz'ora, la si riprende per piegarla e così via, facendola sempre riposare almeno per mezz'ora fra una piega e l'altra. Questa tecnica, se eseguita bene, permette di ottenere una sfoglia perfetta, con i suoi vari strati belli friabili.

Insomma la preparazione di una buona pasta sfoglia non è un gioco da ragazzi! Richiede tempo, una buona dose di manualità e molta precisione ma non vi demoralizzate se al primo tentativo fallirete: è per questo motivo che spesso e volentieri la sfoglia viene comprata già pronta.
La preparazione della pasta brisé
Tutt'altra storia invece con la pasta brisè: in pratica, chiunque può cimentarsi nella sua preparazione.
Basta unire dapprima il burro con la farina (senza amalgamarli del tutto, ma lasciando l'impasto un po' sbriciolato), per poi aggiungere acqua fredda salata nella quantità necessaria ad ottenere un panetto liscio e omogeneo. L'impasto va lasciato riposare per mezz'ora prima della cottura e il gioco è fatto!
La consistenza: differenze tra pasta sfoglia e pasta brisé
Le diverse tecniche usate per la preparazione fanno ottenere due tipi di pasta dalla consistenza molto diversa: la pasta brisè è più compatta, mentre la sfoglia è friabile e formata da tanti strati sovrapposti. Una particolarità che la rende unica nel suo genere!
Gli impieghi in cucina della pasta brisé
Ma come si utilizzano questi due tipi di pasta? Ci sono differenze anche rispetto a questo? Un po' sì perché – anche se entrambe hanno un gusto neutro e sono quindi adatte in linea di massima sia a preparazioni dolci che salate – la pasta brisè è più sovente utilizzata per le specialità salate che per quelle dolci. Un classico sono le torte salate, da riempire come si preferisce! Chi non ne ha mai preparata una per un picnic, magari usando la pasta brisè già pronta?
Gli impieghi in cucina della pasta sfoglia
La sfoglia, invece, viene molto usata sia per ricette dolci che salate: rispetto alla brisè, quindi, è più versatile. Torte salate, vol au vent, pizzettine, ma anche millefoglie, fagottini ripieni, sfogliatine alla mela, cannoncini alla crema pasticcera... Con la pasta sfoglia si possono preparare un'infinità di leccornie dolci e salate!

Scarica la nostra app

Scarica le App di Gustissimo.it Scarica la App per iPhone Scarica la App per Android

Newsletter

Iscriviti alla newsletter - Gratis tante ricette squisite

Speciali

La ricetta su misura per te, trovala subito! Cosa cucino con quello che ho nel frigo?